Ufficiostampa

Ufficiostampa

09 Nov 2018

Saranno gli Azzurri Andrea Roccatti e Flaminia Iannone a rappresentare l’Italia al WDSF World Championship nella disciplina 10 Danze che si terrà a Varsavia domani, sabato 10 novembre.

Freschi vicecampioni nel WDSF European Cup, Andrea e Flaminia puntano al podio anche in Polonia. Le loro recenti performance legittimano le loro (e le nostre) aspirazioni. In bocca al lupo ragazzi!  

09 Nov 2018

Ha gareggiato in tutte le categorie fino ad arrivare alla Professional Division. Orgoglioso di vincere per l’Italia. A 7 anni inizia per caso a ballare con la cugina, inizia a vincere, inizia a crescere come atleta e il suo cammino nel mondo della danza sportiva corre veloce verso i gradini più importanti dei podi nazionali ed internazionali. La svolta arriva con Sara. È il nuovo vicecampione del Mondo WDSF PD 10 Danze Mario Cecinati che in coppia con Sara Messina Denaro ha portato all’Italia un argento carico di passione, coraggio e fierezza.  

Partiamo dalla gara in Portogallo?

È stata difficilissima, molto dura, il livello degli atleti era altissimo. Io e Sara, ci siamo preparati tantissimo, ore e ore di allenamenti, sia fisici sia mentali. Volevamo, al nostro primo anno nella Professional Division, raggiungere quella finale che c’era sempre sfuggita di pochissimo negli anni passati.

Con che spirito avete affrontato la finale?

Siamo andati in finale sereni, preparatissimi, senza pensare al risultato. Per noi è stata una vittoria enorme perché abbiamo affrontato coppie che già conoscevamo: c’era il campione del mondo in carica, il finalista del campionato mondiale dello scorso anno, il finalista al campionato europeo. Il livello era incredibile, c’erano almeno 10 potenziali candidati a vincere al titolo. Noi siamo andati in Portogallo con la voglia di dimostrare quanto valiamo. Anche il pubblico ha giocato a nostro favore in un’atmosfera fantastica. Il livello degli atleti, il pubblico e l’atmosfera ci hanno caricato al massimo e round dopo round abbiamo messo in pista tutto ciò che avevamo.

Il momento decisivo?

Quando hanno chiamato il nostro nome. Siamo entrati in pista come ultima coppia e con il Tango come prima danza. Al termine dell’assolo di Tango abbiamo visto la giuria, ci siamo girati verso il display luminoso ed eravamo secondi in classifica. L’euforia era al massimo, ma abbiamo dovuto contenerla e concentrarci unicamente sulle altre 9 danze. Con quel livello di coppie in gara sapevo bene che nella disciplina Standard avevamo alcuni punti deboli, mentre nelle Latino Americane sapevamo di essere fra le migliori. Ballo dopo ballo vedevamo che la nostra classifica rimaneva invariata. I punti di distacco dai primi, che poi si sono confermati campioni, erano pochissimi: nelle danze Standard la distanza era di un paio di punti mentre nelle Latine di pochi decimi. È stato davvero fantastico con emozioni incredibili.

Come e quando hai scoperto la danza sportiva?

Ho iniziato come tutti i ragazzi a praticare calcio, avevo 7 anni. Per caso un giorno ero con mia zia che accompagnava mia cugina di 4 anni a lezione di ballo, quel giorno le mancava il ballerino così mi chiese di sostituirlo e da lì ho iniziato. Prima a fasi alterne poi è diventato il mio sport. Ho fatto coppia fissa con mia cugina per 18 anni, poi è arrivata Sara con la quale sono legato anche nella vita.

Già Sara, la donna della svolta…

Dopo 18 anni di ballo con mia cugina mi sono reso conto che per passare di livello dovevo cambiare la mia partner. Così all’età di 24 ho proposto ai miei maestri di ballare con Sara che era ed è la mia fidanzata. Erano perplessi all’inizio poi si sono dovuti ricredere. Ad un certo punto mi avevano prospettato anche di andare all’estero, proposta che rifiutai subito. Volevo vincere per l’Italia e restare a competere qui. Così ho deciso di coinvolgere Sara. La scelta è stata vincente sia sportivamente sia umanamente.

Per arrivare ad alti livelli nello sport c’è un segreto?

Per me è l’umiltà. Devo ringraziare la mia prima insegnante. Mi ricordo perfettamente che mi disse: “Se vuoi arrivare ad alti livelli devi lasciarmi e trovare insegnanti più bravi. Tutto quello che potevo insegnarti l’ho fatto”.  Quella frase cambiò il mio modo di vedere la vita e il mondo. Grazie a lei ho intrapreso la mia strada fino ad arrivare al mio attuale insegnante che mi ha aperto la mente sulla danza non facendomi focalizzare solo sulla singola disciplina, ma aprendomi alla conoscenza di più discipline. Così sono arrivato alle 10 Danze.

È stato semplice?

Per nulla! Sia a livello di allenamenti sia mentalmente l’impegno è doppio. Devi imparare ad avere una maggiore gestione del tempo e del denaro; le spese, ad esempio, si sono raddoppiate. Ho fatto tutto il percorso: dalla base fino alla Professional Division. È stato un percorso lungo, faticoso ma ricco di soddisfazioni.

Ultima domanda. Che consiglio daresti ad un giovane che volesse affacciarsi a questo sport?

Di non farsi dire mai da nessuno quello che bisogna fare nella vita. Se si sceglie di fare uno sport bisogna farlo con costanza, sacrificio e dedizione. Io non conosco la mia adolescenza, come immagino tutti gli sportivi, non conosco un’uscita con gli amici, una gita scolastica. Tutto quello che ho fatto l’ho fatto rimboccandomi le maniche, trovando lavori extra per pagarmi le lezioni e per percorrere la mia strada. Quello che dico sempre è di credere in sé stessi perché non sai mai la vita cosa può riservarti. Un consiglio finale che posso dare è quello di non mollare mai perché la vita è piena di ostacoli, ma ci sono perché devono essere superati. Ringrazio tutte le volte che mi hanno battuto, che sono stato sconfitto perché è stato proprio in quei momenti che ho imparato a rialzarmi. Mi guardo indietro e mi sento di dire grazie a chi mi ha sconfitto perché mi ha insegnato a lottare.

08 Nov 2018

La delegazione Azzurra del ParaDance è pronta a scendere in pista sul dancefloor del PalaSport di Lomiaki in Polonia dove, dal 9 all’11 novembre gareggerà nell’IPC European Championships.  La FIDS sarà rappresentata da 11 atleti che sfideranno gli sportivi provenienti da 14 Nazioni nelle discipline: Single Woman, Combinata Latin e Standard, Combinata Freestyle e Combinata Standard.

La squadra Azzurra, guidata dal consigliere federale, Michelangelo Buonarrivo, sarà rappresentata da: Mariangela Correale nel Single Woman Class 2, Marco Galli e Alice Mascello nella Combinata Latin Class 2, Leonardo Batani e Linda Galeotti nella Combinata Latin e Standard Class 2, Tarek Ibrahim Fouad Ibrahim e Sara Greotti nella Combinata Freestyle Class, Giulio Matassa e Laura Del Sere nella Combinata Standard Class 2 e Massimo Calò e Piera Monica Favini nella Combinata Standard Class 1.

07 Nov 2018

Gli Azzurri della FIDS impegnati a Skopje nell’IDO European Street Dance Show Championship & World Disco Dance, Hip Hop Cups 2018 sono tornati a casa con un ricco bottino: tre ori, tre argenti e due bronzi.

A brillare sul dancefloor del PalaSport S.C. Jane Sandanski è stata l’atleta Erika Pellicciotti che ha conquistato tre ori nelle discipline Street Dance Show e Hip Hop Solo Female Adults e nell’Hip Hop Duo Adults in coppia con Gabriele Benedetto.

L’Inno d’Italia ha risuonato anche per le prove sportive degli atleti impegnati nell’Hip Hop Solo Male Adults grazie alla performance di Eduar Alessandro Molano Roman (oro) e di Gabriele Benedetto (argento). Altro secondo posto, ma nello Street Dance Show Solo Male Adults, per Thomas Ceccarelli.

Bronzo invece per Melinda Rodosti nell’Hip Hop World Cup Solo Female Adults e per la My Dance Crew nello Street Dance Formations Adults.

«Grazie di cuore ragazzi, siete incredibili. Con le vostre performance sportive – ha dichiarato il presidente della FIDS, Michele Barbone – la nostra Federazione e il nostro movimento sportivo non può che avere un futuro di grande qualità».

 

--------- 7 novembre

Inizia oggi l’IDO European Street Dance Show Championship & World Disco Dance, Hip Hop Cups 2018. Ad ospitare gli atleti della FIDS dal 7 al 9 novembre, il PalaSport S.C. Jane Sandanski di Skopje in Macedonia.

La prima coppia a scendere in pista sarà quella composta da Rossella Mereu e Alice De Grandis nella disciplina Street Dance Show categoria Solo Female Junior, mentre nella categoria Solo Female Adults a rappresentare l’Italia inci penserà Erika Pellicciotti. Tre gli atleti in gara nella Solo Male Adults: Eduar Alessandro Molano Roman, Gabriele Benedetto e Nicholas Di Pardo.

Tre le coppie in gara nel Duo Adults: Chiara Sirayo e Claudia Visone, Marilena Palomba in coppia con Arianna Zarlenga e Gabriele Benedetto con Erika Pellicciotti. Sarà compito della Te.Co. Dance New Generation gareggiare nella categoria Groups Adults, mentre a difendere il Tricolore nella Formation Adults toccherà alla My Dance Crew.

Nutrita anche la delegazione della FIDS nel World Disco Dance Hip Hop con le atlete Rossella Mereu e Alice De Grandis impegnate nel Solo Female Junior. A cimentarsi invece nella categoria Solo Female Adults le sportive: Erika Pellicciotti e Melinda Rodosti. Chiuderanno le gare le performance di Gabriele Benedetto nella disciplina Hip Hop Solo Male Adults e della coppia BenedettoPellicciotti nel Duos Adults.    

05 Nov 2018

Gli atleti della FIDS continuano a riscuotere successi in campo internazionale. Nelle gare WDSF dello scorso 3 novembre a brillare sono state le coppie formate da Andrea Roccatti e Flaminia Iannone e da Mario Cecinati e Rosaria Messina Denaro. Gli atleti, impegnati rispettivamente nell’European Cup e nel WDSF Professional Division World Championship 10 Danze, hanno ottenuto l’argento. Molto combattute anche le finali nelle discipline Show Dance Standard e Latin dove le coppie Ferdinando Lamberti e Valentina Minervino e Fabio Zappietro e Sonia Macchi hanno raggiunto il quarto e il quinto posto. Quinto posto anche per la coppia costituita da Giovanni Cavallo e Maldivia Polini nella disciplina Latin.

Due sesti posti invece per gli atleti  Riccardo Perretta e Eleonora Petronilli nella categoria Junior II disciplina Standard e per  Luigi Francescangeli e Noemi Oriolesi nel WDSF PD World Championship.

Settimi classificati nella Senior I, disciplina 10 Danze,  Salvatore Caliò e Agata Maiorana.

«È un vero privilegio - ha dichiarato Michele Barbone, presidente della FIDS – rappresentare un movimento sportivo che annovera atleti di assoluta professionalità che non smettono mai di rappresentarci al meglio nelle competizioni internazionali».

Credit Photo by © Helmut Roland

29 Ott 2018

I nostri azzurri sono pronti a scendere in pista per le nuove sfide internazionali WDSF. Sabato 3 novembre, in 4 Nazioni - Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca e Romania - saranno ben 22 le coppie di atleti della FIDS che gareggeranno nel WDSF World Championship, European Championship e nella European Cup.  A contendersi i titoli in palio 5 categorie di atleti: Adult, Adult Professional Division, Junior II e Senior I e II.

Le prime coppie in gara al PalaSport di Wroclaw in Polonia saranno Cosimo Napoletano e Carmela Martelli (Senior II) nel Campionato del Mondo disciplina 10 Danze. Nutrita la delegazione degli Azzurri in Repubblica Ceca dove Andrea Roccatti e Flaminia Iannone (Adult) gareggeranno nell’European Cup, Ferdinando Lamberti e Valentina Minervino con Fabio Zappietro e Sonia Macchi (Adult) saranno, invece, in pista per il Campionato Europeo nella disciplina Show Dance Standard mentre per lo Show Dance Latin a difendere i colori dell’Italia toccherà a Vitor Michael Manuel Puglisi e Rosaria La Rosa e a Giovanni Cavallo e Maldivia Polini (Adult).

A Sibiu in Romania le coppie formate da Riccardo Perretta e Eleonora Petronilli e da Alessandro Laineri e Ginevra Nanni saranno impegnate nel WDSF World Championships disciplina Standard categoria Junior II. Lo stesso Palasport ospiterà poi il Campionato del Mondo, 10 Danze categorie Senior I dove i nostri rappresentanti saranno Salvatore Caliò e Agata Maiorana.

Il calendario delle sfide si concluderà in Portogallo, al PalaSport di Vila Nova de Famalicao dove Mario Cecinati e Rosaria Messina Denaro e Luigi Francescangeli in coppia con Noemi Oriolesi gareggeranno nel WDSF PD World Championship disciplina 10 Danze.  In bocca al lupo a tutti!

25 Ott 2018

Nel mondo della danza sportiva da predestinato. Ha conosciuto il suo sport grazie alla mamma e al papà. A 4 anni la sua prima “camminata” in pista, a 8 anni le sue prime lezioni. Ora a 19 anni è diventato vicecampione del mondo WDSF Standard categoria Under 21. È il nostro azzurro Marco Bodini, che in coppia con Kristina Charitonovaite, ha entusiasmato il pubblico del PalaSport di Timisoara portando all’Italia un’altra bellissima medaglia d’argento fatta di sacrificio e passione.  

Una gara entusiasmante…

È stata molto difficile perché avevamo grande ansia. Un’ansia da competizione dovuta al fatto che i nostri competitor, quelli che poi hanno vinto, sono da sempre i nostri “rivali” storici. Li abbiamo incontrati anche lo scorso anno. Non li abbiamo mai battuti, quindi l’ansia era dovuta principalmente a questo.

Quindi un’ansia da risultato?

Non solo! Noi quando scendiamo in pista pensiamo a fare bene ciò che sappiamo fare: ballare. Balliamo non soltanto per il risultato finale, teniamo principalmente alla nostra performance, se quella è buona e ci soddisfa per noi è il massimo. Poi certo l’idea di vincere è la scintilla per la quale gareggiamo ma non è prioritario. Noi vogliamo ballare bene e dare il 100 per 100 sempre.

Chi ti ha fatto conoscere la danza sportiva?

Io ci sono nato! Si può dire che il mio primo approccio con il mondo della danza sportiva è avvenuto quando ero nella pancia di mia madre. I miei ballavano e io ballavo con loro prima ancora di nascere. Diciamo che sono un predestinato. Sono stati loro a farmi conoscere questo mondo. Quando avevo 4 o 5 anni hanno smesso di ballare e io a 8 ho iniziato.

Sei giovanissimo, hai dovuto fare rinunce per poter vivere il tuo sport?

Non ha mai dovuto rinunciare a nulla. Non ho sentito né vissuto la mia scelta come un sacrificio. Mi trovo assolutamente a mio agio, è il mio mondo, la mia vita.

Quindi per te la danza sportiva è….

Bellezza allo stato puro. Non riesco a definirla con un altro termine o aggettivo. Per me è bellezza, è un’emozione bellissima che non riesco a descrivere se non così.

Come hai conosciuto Kristina?

Per caso. Io e la mia ex ballerina avevamo deciso di smettere, anche Kristina non aveva intenzione di continuare e non cercava un partner. Il mio papà aveva chiesto in giro e casualmente, grazie al nostro insegnante, ci siamo incontrati. Balliamo da tre anni e siamo come fratelli.

Prossimi appuntamenti?

Andremo a Mosca per il GrandSlam e poi a gennaio saremo ai Campionati Assoluti.

23 Ott 2018

Allo Sport hall di Bialobrzegi in Polonia gli atleti della FIDS nell’IDO World Couple Dance Championships hanno brillato in tutte le discipline portando all’Italia della danza sportiva: 38 ori, 32 argenti e 29 bronzi.  

Già nel primo giorno di competizioni gli atleti italiani nella disciplina Tango Argentino Couples Adults e Adults2 hanno conquistato un argento con la coppia formata Pietro Del Ben e Denise De Paciani (Adults), un oro e un argento con le coppie formate da Mauro Taricco e Rita Panebianco e Pietro Ricagni con Tiziana Bassino (Adults 2).

Una vera pioggia di medaglie è arrivata nella Bachata Couples categorie Children, Junior, Adults e Adults2. Ad aprire le danze con un oro ci hanno pensato Thomas Crucianelli e Arianna Zanconi (Children). La corsa al medagliere è proseguita con i successi di: Andrea Nezi e Giorgia Martinelli (oro), Cristian Vergari e Aurora Bernardi (argento) e Miriam Abagnale con Kevin Guastella (bronzo) categoria Junior.           

Un altro oro e un altro argento per Antonio Berardi in coppia con Jasmina Valentina Berardi e per Simone Sanfilippo Tabo e Serena Maso categoria Adults. Nella Adults 2 invece un tris perfetto con un oro, un argento e un bronzo grazie alle performance di: Francesco Papale e Valentina Puleri, Gesualdo Scollo e Cristina Scollo e con Marco Fogliato e Natascia Parussini.

Grandi soddisfazioni sportive anche nella disciplina Caribbean Show dove in tutte le categorie in gara l’Italia ha fatto parlare di sé e dei suoi atleti. Oro per Noemi Montepagani e bronzo per Denise Baricci nella categoria Children Solo Female. Oro, argento e bronzo per: Aurora Biscalchin, Alessia Vidi e Rebecca Paese nella Junior Solo Female. Anche nella categoria Adults l’Italia non ha disatteso le aspettative conquistando con Aurora Giovinazzo e Eliana Maradei un oro e un argento.

Molto bene i ragazzi impegnati nel Caribbean Show Solo Male categorie Children, Junior e Adults che hanno vinto nella Children un oro con Tommaso Belle, nella Junior un oro, un argento e un bronzo con Kevin Guastella, Andrea Nezi, Stefano Aronica. Stesso risultato nella Adults con Roberto Mastronicola, Christian Bruno e Stefano Marseglia.

Grandi risultati anche nelle gare Duo, categorie Children, Junior e Adults. La prima coppia a tingersi d’oro è stata quella formata da Thomas Crucianelli e Arianna Zanconi seguita da Noemi Montepagani e Erin Nanni con l’argento. Un primo ed un terzo posto nella categoria Junior per:  Miriam Abagnale e Kevin Guastella e per Eleonora Cursi e Martina Femmino. Stesso piazzamento per Giuseppe Caggiano e Edoardo Parisi e per Laura Pallari in coppia con Leonardo Aluigi, nella categoria Adults.

Un bronzo nella Caribbean Show Groups Juniors per Viva la Rosa dei Venti. Doppio podio con un oro e un bronzo nella categoria Adults per la Time to Dance. Oro e bronzo nella Formations Adults invece per: Viva la Rosa dei Venti e per la Sparkdanceacademy.

Ottimamente rappresenta la disciplina del Merengue con l’oro di Thomas Crucianelli e Arianna Zanconi nella categoria Couples Children.  Conquistati tutti e tre i gradini del podio nella categoria Junior da: Miriam Abagnale e Kevin Guastella, da Aurora Biscalchi e Stefano Aronica e da Carmine Fusco in coppia con Ludovica Tescione.

Stesso risultato nella categoria Adults e Adults2 grazie ai successi sportivi di Antonio Berardi e Jasmina Valentina Berardi, Simone Sanfilippo Tabo e Serena Maso e per Matteo Ghigo e Federica Giacò (Adults) e grazie a Marco Fogliato e Natascia Parussini, Fabio Tassin e Barbara Corsi e Gesualdo Scollo e Cristina Scollo (Adults2).

L’Italia non ha sfigurato nemmeno nella Salsa. Il primo successo è arrivato grazie alla coppia formata da Thomas Crucianelli e Arianna Zanconi nella categoria Couples Children con un argento. Podio tutto italiano nella categoria Junior per: Aurora Biscalchi e Stefano Aronica (oro), Miriam Abagnale e Kevin Guastella (argento) e Mattia Di Minno e Felisya Oliva (bronzo). Stesso risultato nella Adults con: Antonio Berardi e Jasmina Valentina Berardi, Simone Sanfilippo Tabo e Serena Maso e Matteo Ghigo e Federica Giacò. Un oro e un bronzo nella Adults2 grazie a: Francesco Papale e Valentina Puleri e Marco Fogliato e Natascia Parussini.

Oro, argento e bronzo nella disciplina Salsa Shines Solo Female, categoria Children per Ludovica Tescione, Alessandra Manzi e Alessandra Insardi. Lo stesso risultato è stato raggiunto da: Aurora Biscalchin, Alessia Paparozzi e Giorgia D’Angiullo nella Solo Female Junior. Si sono dovuti “accontentare” di un oro e di un argento  Eva Bazzini e Sheida Shahroozi nella categoria Adults.

Oro per Thomas Crucianelli nella Solo Male Children. Oro, argento e bronzo per Marco Restani, Carmine Fusco e Kevin Guastella nella Junior così come per Matteo Ghigo, Giovanni Prezioso e Davide Pucci nella Adults. Un bell’oro e un ottimo bronzo nello Duo Children per Alessandra Insardi e  Alessandra Manzi e per Noemi Montepagani in coppia con Erin Nanni. Tripletta azzurra nella categoria Juniors per: Mattia Di Minno e Carmine Fusco, Kevin Guastella e Miriam Abagnale e per Alessandro Callegher e Alessio Spoto.

Stesso risultato sportivo nella Duo Female Adults per Alessandra Favorito e Francesca Coscia, per Sheida Shahrooz e Francesca Battistini e per Eliana Marade con Desiree Novello. Anche la Duo Male Adults non ha deluso, regalando all’Italia un altro tris grazie a: Giuseppe Caggiano e Edoardo Parisi (oro), Matteo Amico e Davide Amico (argento) e Mirko Napoletano e Giovanni Laraspata (bronzo). I tre gradini del podio anche per: Sheida Shahrooz e Tony El Haber, Marco Federico Rosato e Caterina Bruno e per Simone Lombardi e Francesca Battistini nella Salsa Shines Duos mixed Adults.

La tre giorni di gare ha visto in gara anche una nutrita delegazione di atleti nella disciplina del Tango. I primi risultati sono arrivata dalla coppia Pietro Del Ben e Denise De Paciani nel Tango Salon Couples Adults che hanno vinto un argento. Un oro e un argento invece nella Adults 2  per Mauro Taricco e Rita Panebianco e per Pietro Ricagni e Tiziana Bassino. Altro argento ma questa volta nel Tango Escenario  Couples Adults per Pietro Del BenDenise De Paciani. Conquistano una splendida tripletta: Mauro Taricco e Rita Panebianco, Pietro Ricagni e Tiziana Bassino e Roberto Martegani con Marzia Pagani nell’Adults2.

Nuovo argento per Pietro Del Ben e Denise De Paciani sia nel Tango Milonga Couples Adults sia nel Tango Vals Adults. Nell’Adults2 invece un oro e un argento per Mauro Taricco e Rita Panebianco e per Pietro Ricagni e Tiziana Bassino che hanno bissato lo stesso risultato nel Tango Vals Adults2.

«Non si può che essere orgogliosi di questi ragazzi. Le loro prove sportive - ha dichiarato Michele Barbone, presidente della FIDS - sono un esempio concreto di abnegazione, voglia, passione, sacrifico e amore per questo sport. A nome mio e da parte di tutta la Federazione va il nostro grazie per averci reso davvero fieri».

22 Ott 2018

Si è conclusa con 4 ori e 1 argento la spedizione degli atleti della FIDS a Kielce. Sara Baruffetti e Emanuela Vommaro nella Break Dance, categoria Solo Female Junior hanno vinto rispettivamente l’oro e l’argento.  Nella categoria Solo Male Adults l’oro è andato al nostro Luca Marazzita. Stesso risultato per Erika Pellicciotti e Gabriele Benedetto che hanno fatto risplendere il Tricolore nella disciplina Electric Boogie categoria Duos Adults.

«Sono fiero di poter commentare ogni fine settimana i bellissimi risultati dei nostri atleti che contribuiscono ogni giorno a rendere sempre più prestigiosa la nostra federazione – ha dichiarato il presidente della FIDS Michele Barbone – e grazie a loro che il nostro sport cammina speditamente verso un futuro di successi».  

 

22 ottobre -------------------------------------------

La FIDS è pronta per le sfide sportive sui dance floor internazionali. Dopo le gare allo Sport Hall di Bialobrzegi, gli azzurri si sposteranno alla Hala Legionow di Kielce sempre in Polonia per l’IDO World Hip Hop, Break Dance e Electric Boogie Championships.

Da domani (23 ottobre) fino sabato 27 ottobre scenderanno in pista, nelle categorie Children, Junior, Adults e Adults2 oltre 100 atleti che gareggeranno per portare sempre più in alto il nome della FIDS e dell’Italia della danza sportiva.

Il primo giorno di gare sarà riservato agli atleti della Break Dance. In pista troveremo Sara Baruffetti e Emanuela Vommaro nella categoria Solo Female Junior. Nella categoria Solo Male Junior, invece, a difendere il Tricolore saranno: Mattia Zerlotin, Enrico Marotto, Nureligh Lucchetta. Nella categoria Solo Male Adults, Luca Marazzita e Erik Fantoni.

A rappresentare la FIDS nella disciplina Electric Boogie categoria Children Solo saranno Silvia Somma e Alex Cianciosi, nella Junior Alice De Grandis, mentre nella Adults: Eduar Alessandro Molano Roman, Silvia Lamonaca, Erika Pellicciotti, Martina Torzi.

Nell’Electric Boogie Duo le coppie in pista nella categoria Children saranno: Alex Cianciosi e Nicolas Ficocelli. Nella Adults invece: Gabriele Benedetto e Erika Pellicciotti  e la coppia formata da Eduar Alessandro Molano Roman e Silvia Lamonaca.

Ampia la delegazione Azzurra nella disciplina Hip Hop dove a scendere in gara saranno: Aurora Costabile e Silvia Somma nella categoria Children Solo Female.  Nella Junior Solo Female invece troveremo: Chiara Pasqualini, Giulia Romano, Alice De Grandis, Nicole Puzio, Alessia Bagnarelli. Nella Adults: Camilla Xavier Dos Santos, Silvia Lamonaca, Martina Torzi, Swami Morgagni e Erika Pellicciotti.

Nella categoria Solo Male Children per la FIDS faranno il loro ingresso in pista: Nicolas Ficocelli e Alex Cianciosi. Nella Junior, Leonardo Di Grande e nella Adults: Gabriel Grandelli, Lorenzo Martelli, Gabriele Benedetto, Eduar Alessandro Molano Roman, Tommaso Pieri.  

Saranno le coppie Alessia Bagnarelli e Chiara Pasqualini e la coppia Giulia Romano con Nicole Puzio a gareggiare nell’Electric Boogie Duo Children mentre nella categoria Adults la Federazione sarà rappresentata da: Tommaso Pieri e Swami Morgagni da Luca Marazzita e Silvia Lamonaca da Camilla Ridolfi e Federica Cocchiarella da Gabriele Benedetto e Erika Pellicciotti e da Lorenzo Martelli e Francesco Meucci.

Sarà la MA.MO. Dance con il dancetitle “Street Little Animals”a gareggiare nella Hip Hop Groups Junior mentre nella Adults ci sarà la Street Dance School.

Numerosi gli atleti impegnati nelle HipHop Battles. Nella categoria Children Solo a scendere in “battaglia” sul dance floor saranno: Nicolas Ficocelli, Aurora Costabile, Silvia Somma e Alex Cianciosi.

Nella Junior: Chiara Pasqualini, Emanuela Vommaro, Eleonora Mereu, Giulia Romano e Nicole Puzio. Nella Adults invece: Vincenzo Bumbaca, Gabriele Benedetto, Silvia Lamonaca, Swami Morgagni e Gabriel Grandelli.

18 Ott 2018

Un’altra pioggia di medaglie per gli atleti della FIDS è arrivata dalla Svezia. Nel week end dell’11 – 14 ottobre, nell’IDO World Championships Disco Dance & Disco Dance Freestyle, l’Italia della danza sportiva ha ottenuto altri successi.

Sulla pista di Örebro i nostri azzurri più giovani hanno brillato già nel primo giorno di gare conquistando nella disciplina Disco Dance, categoria Duo Junior ,l’oro con la coppia: Marek Pisanu e Gaia Bella. Sempre nella stessa giornata la FIDS ha potuto gioire nuovamente con gli atleti Elisa Fruttauro e Laura Simonini che hanno conquistato l’argento nelle categoria Duo Female Adults.   

Altri due argenti sono arrivati prima, dalle prove del pluricampione IDO Marek Pisanu nella categoria Solo Male Junior e poi, da Jasmine Piccoli nella disciplina Disco Dance Freestyle categoria Solo Female Adults. Bronzo nella Disco Dance, categoria Solo Female Adults, per Elisa Fruttauro. Quinto posto nel Solo Female Junior per Gaia Bella.  

«Dopo le emozioni di Buenos Aires, i nostri atleti continuano ad inorgoglirci grazie ai loro risultati sportivi. I nostri ragazzi sono la testimonianza - ha dichiarato Michele Barbone, presidente della FIDS - più bella e concreta di come la danza sportiva italiana sia uno sport di alto livello agonistico che, dovunque va, riscuote successi, applausi e apprezzamenti».   

Credit photo by Jared Photo  

Pagina 1 di 9