Ufficiostampa

Ufficiostampa

17 Apr 2019

Procede a passi spediti l’organizzazione per i prossimi Campionati Italiani di Categoria che si svolgeranno nella Fiera di Rimini dal 4 al 14 luglio. Dopo la pubblicazione del programma riservato ai soli Campionati Italiani ecco pubblicato online anche il programma e tutte le informazioni necessarie per il secondo appuntamento italiano con il 2019 WDSF GrandSlam Standard & Latin.

Anche quest’anno, infatti, la FIDS avrà il privilegio di ospitare le gare del circuito GrandSlam WDSF che si svolgeranno presso l’Arena Azzurra della Fiera nel weekend 13 e 14 luglio. Aperte le iscrizioni on line.

Programma WDSF GrandSlam Standard & Latin

 

16 Apr 2019

Per i nostri atleti Azzurri una vigilia di Pasqua ad alto tasso di agonismo. Sabato 20 aprile nello Sport Centrum Siemensstadt di Berlino avrà luogo il WDSF Championship Senior I disciplina Standard.

A difendere i colori dell’Italia della danza sportiva saranno gli Azzurri Salvatore Caliò e Agata Maiorana e Ignazio Grignani e Ilaria Gianfranchi. Con un curriculum sportivo di tutto rispetto, i nostri atleti nella loro lunga carriera agonistica si sono sempre classificati alle fasi finali dei campionati ai quali hanno preso parte con ottimi risultati personali e di ranking.

In bocca al lupo ragazzi, rendeteci orgogliosi.

09 Apr 2019

La danza sportiva “conquista” il Mar Jonio. Al Circolo Velico di Policoro, da giugno ad agosto, le discipline della FIDS saranno fra le attività sportive presenti nei campi estivi dedicati ai ragazzi e alle ragazze fra i 7 e i 17 anni.  

Per l’occasione il Circolo Velico, riconosciuto dalla FIV – Federazione Italiana Vela, ha deciso di intitolare la sua stagione estiva “Danza sul Mare” in onore della FIDS perché i suoi campi estivi, quest’anno, avranno un focus didattico e formativo dedicato principalmente alla danza sportiva e alle sue specialità.

Ad affiancare le discipline Federali, che verranno svolte e insegnate da professionisti qualificati, al Circolo saranno presenti anche tutte le attività sportive come nuoto, vela, canoa, windsurf, equitazione, orienteering, escursioni. Inoltre sono previste gite culturali e naturalistiche.

Il progetto del Circolo Velico, col patrocino della FIDS, vuole essere un’occasione per unire in un percorso multidisciplinare diversi ambiti di interesse sociale offrendo ai ragazzi momenti di svago unendo fra loro cultura, ambiente, natura e sport. 

Sul sito www.circolovelicolucano.it tutte le informazioni sui campi estivi 2019

09 Apr 2019

È riservato alle atlete più meritevoli che praticano sport a livello agonistico il “Concorso Donna Sport – l’Atleta più brava a scuola” (promosso dal Gruppo Bracco con il patrocinio della Regione Lombardia, del CONI e del CIP, Comitato Paralimpico) al quale la FIDS ha deciso di aderire “schierando” le sue migliori giovani atlete sia nello studio sia nello sport. 

Il concorso, giunto alla quinta edizione, riserverà alle vincitrici dei buoni spesa da utilizzare su Amazon per l’acquisto di attrezzature e abbigliamento sportivo, di libri e Kindle, e  di materiale informatico.

Il progetto “Donna Sport” nasce dalla volontà di sostenere e di valorizzare le giovani atlete e paratlete che, con i loro risultati in ambito scolastico e sportivo, abbiano resa orgogliosa l’Italia. Le modalità di partecipazione sono semplici: basterà inserire il proprio curriculum scolastico e sportivo sul sito www.donnasport.it per essere ufficialmente candidate al concorso. Le iscrizioni si potranno effettuare fino al 10 giugno 2019.

Ecco il link dove iscriversi e il programma del concorso

08 Apr 2019

Da ieri la nuova Aula delle Udienze della FIDS è dedicata al Prefetto Mario Esposito, scomparso lo scorso novembre, che per la Federazione ha ricoperto la carica di Presidente di Corte d’Appello Federale dal 2012 al 2018.

A ricordare la figura del Prefetto, alla presenza della sua famiglia e di alcuni cari amici, sono intervenuti il presidente del CONI, Giovanni Malagò, il presidente della FIDS, Michele Barbone, il Consiglio Federale e la dirigenza tecnica della FIDS.    

«Mario era un mio amico, ricordo la sua vivacità professionale e intellettuale, era sempre sorridente, sempre alla ricerca di una soluzione. A livello personale, familiare e sportivo non possiamo che essere grati nei confronti di Mario – è quanto ha dichiarato il presidente del CONI, Giovanni Malagò – il quale ha condiviso con me e con Michele Barbone momenti fondamentali per la Federazione. La più grande soddisfazione che nemmeno Mario poteva immaginare è che la FIDS è una federazione Olimpica e anche questo è merito suo per aver ha gettato le basi per costruire questo percorso, per costruire un futuro radioso e mi auguro un futuro di successi nell’ambito dei Cinque Cerchi».  

Al presidente Malagò ha fatto eco il presidente federale Michele Barbone: «La figura di Mario è sempre presente – ha dichiarato il numero uno della FIDS. Con lui abbiamo condiviso momenti federali belli e meno belli, ma in ogni circostanza Mario c’era sempre, con la sua intelligenza, con la sua capacità di sintetizzare un processo decisionale complesso in un esercizio di semplicità. La Federazione deve moltissimo a Mario, se siamo qui - ha concluso Barbone - con un futuro chiaro e ricco di aspettative sportive lo dobbiamo a lui. Senza Mario moltissime cose non avrebbero preso forma e concretezza, grazie a lui e al percorso che abbiamo tracciato siamo un’eccellenza”.

  

  

10 Apr 2019

È sempre più vicino l’appuntamento sportivo della FIDS con la gara della Coppa Italia che, col patrocinio del Comune di Foligno, si terrà al Palasport "G. Paternesi" dal 3 al 5 maggio e che quest’anno permetterà agli atleti che gareggiano nelle discipline Standard e danze Latino americane categoria C, B e A di acquisire punti validi per la ranking nazionale.

La Coppa Italia, al pari delle più importati competizioni nazionali organizzate dalla FIDS, è il primo appuntamento a punti che definirà i passaggi di classe (obbligatori e/o facoltativi), l’assegnazione delle stellette per l’esenzione di uno o più turni di gara ai Campionati Italiani di Categoria che si svolgeranno a Rimini nel mese di luglio e identificherà il Campione di circuito di ranking.

La Coppa Italia (insieme soltanto ai Campionati di Categoria) è l’appuntamento sportivo a punteggio diretto. Le altre prove a gara (Campionato Regionale, Campionato Assoluto/Senior e GrandSlam WDSF) assegnano dei "bonus" che sommati ai punteggi di risultato ottenuti nelle altre gare definiranno la classifica finale del circuito Ranking Nazionale.

Iscrizioni on line - Scadenza iscrizioni: martedì 23 aprile 2019. Si ricorda che l'iscrizione sarà ritenuta valida se il pagamento e l'invio della ricevuta avverranno entro la scadenza.

Regolamento – Circuito Ranking Nazionale 2018/2019

Scheda della competizione

 

30 Mar 2019

Tornano ad accendersi i riflettori su “Ballando con le Stelle”, il varietà di Rai1 condotto da Milly Carlucci e giunto alla 14esima edizione. Stasera, sabato 30 marzo a partire dalle 20.35, lo staff del popolare programma darà il benvenuto ai 13 aspiranti ballerini che si daranno battaglia sul dancefloor degli studi televisivi dell’Auditorium Rai del Foro Italico.

A scendere in pista, in qualità di insegnante, ci sarà la nostra Sara Di Vaira, testimonial della FIDS, che tutti gli sportivi della danza hanno avuto modo di conoscere da vicino in occasione dei recenti Campionati Assoluti che si sono svolti a Rimini e ai raduni federali del Club Azzurro di Formia. A lei è stato affidato il compito di preparare alle sfide Lass Matberg, modello norvegese e noto influencer sulle piattaforme social.

La danza e la sua capacità di coinvolgimento hanno contagiato il pubblico di Rai Uno che ogni anno, fin dalla sua prima edizione nel 2005, ha seguito con crescente passione il programma. Oltre ad essere una sfida che vede in campo atleti provenienti da diverse discipline sportive, in “Ballando con le Stelle” il minimo comune denominatore è la danza e i suoi principi che ne fanno uno sport tra i più impegnativi e performanti. Il movimento in questi anni è cresciuto in modo prepotente affermando alcuni elementi di base che ne segnano il potere distintivo: benessere fisico, studio, applicazione, sacrificio. La danza è uno sport che mette tutti ugualmente sulla linea di partenza annullando ogni differenza sociale. Il “costo” che si paga con piacere nella danza sportiva è quello di ballare al massimo delle proprie possibilità. Sara Di Vaira ne è un esempio.   

28 Mar 2019

Il CIO ha dato il suo via libera all’ingresso della breakdance nell’Olimpo dei Cinque Cerchi. Ieri l’Executive Board del Comitato Olimpico si è pronunciato favorevolmente e il sogno di molti sta per diventare realtà. Alle Olimpiadi di Parigi 2024 per la prima volta nella storia potrebbe fare il suo ingresso la breakdance.

«Tutti e quattro questi sport (l’arrampicata sportiva; la breakdance; lo skateboard e il surf) proposti sono chiaramente in linea con l’Agenda 2020 Olimpica - ha dichiarato il presidente del CIO Thomas Bach - perché contribuiscono a rendere il programma dei Giochi olimpici più equilibrato fra i generi, più giovane e più urbano. Offrono l'opportunità di entrare in contatto con la giovane generazione». In attesa della decisione finale del Comitato esecutivo del CIO (che avrà luogo nel dicembre dell’anno prossimo) gli sport sono inclusi provvisoriamente nel programma.

Con questo pronunciamento il sogno è diventato realtà anche e soprattutto per la FIDS, a partire dal suo presidente Michele Barbone e da tutti gli organi federali che dopo un lungo percorso lavorativo vedono riconosciuta una linea sportiva univoca fatti di intenti comuni.

Un successo che parte da lontano e costruito nel tempo. L’ultima tappa per molti versi strategica è stata quella delle Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires 2018, dove per la prima volta ha fatto il suo debutto la breakdance. Vale la pena di ricordare che l’Italia stata ammessa alle fasi finali in Argentina (dove ha conquistato con Alessandra Cortesia un argento).

«Siamo alla svolta di un percorso lungo, difficile, ma allo stesso tempo avvincente. Questo nuovo via libera da parte del CIO – ha dichiarato Michele Barbone, presidente della FIDS - è per tutti noi il riconoscimento più alto. Accedere ad un’Olimpiade rappresenta il coronamento di un sogno, un traguardo che ogni sportivo ambisce di raggiungere. Ora la strada è tracciata, il nostro compito è proseguire nel cammino intrapreso convinti del nostro lavoro e fiduciosi nel futuro e nella consapevolezza che il CIO ha mostrato non solo attenzione, ma anche lungimiranza nel considerare le nuove attività sportive che sempre più reclutano milioni di sportivi nel mondo». 

Credit Photo:  IOC/CHRISTOPHE MORATAL

Rassegna Stampa

Adnkronos del 29 marzo

Repubblica del 29 marzo

20 Mar 2019

La danza sportiva sarà la protagonista assoluta delle finali dei Campionati Studenteschi che si svolgeranno a Catania il prossimo 7/8/9 maggio (su richiesta del Ministero è stata posticipata rispetto ad aprile) dove per la prima volta la FIDS sarà presente con 140 studenti/atleti che scenderanno in pista per competere fra loro nelle discipline Coreografiche di Gruppo, Danza a squadra, Coppie in formazione di squadra, Hip Hop e Break Dance, suddivise in: Piccolo Gruppo, Grande Gruppo e Squadre con alunni/e con disabilità.

Divisi in gruppi da 8 e 10 unità, i 140 studenti/atleti saranno a Catania in rappresentanza di tutte le Regioni italiane. Per la Federazione poter accedere per la prima volta alle fasi nazionali dei Campionati Studenteschi è la conferma di quanto il movimento sia ormai una realtà di assoluto prestigio a livello nazionale e di come anche fra i giovani (Rapporto Istat – Pratica sportiva in Italia pubblicato nel 2017) venga considerata un’attività da prediligere rispetto agli sport tradizionali. 

«Per me e per gli organi federali l’ingresso alle fasi finali dei Campionati Studenteschi è motivo di grande orgoglio. Questo riconoscimento – ha dichiarato il presidente della FIDS, Michele Barbone – è frutto di un lavoro costante svolto in sinergia con tutte le anime che a livello nazionale e territoriale compongono il nostro mondo. Agli studenti che ci rappresenteranno – ha concluso – va il nostro augurio più sincero. In bocca a lupo ragazzi, fatevi valere».

13 Mar 2019

«Nulla regge senza impalcatura. La nostra società, il nostro vivere insieme non starebbe in piedi senza la solidarietà. Voi l’avete praticata e dimostrata». Con queste parole il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha concluso il suo intervento nel Salone delle Feste del Palazzo del Quirinale nel quale ieri mattina si è svolta la cerimonia di consegna degli Attestati d’Onore ai nuovi Alfieri della Repubblica.  

Per questa edizione, la nona da quando è stato istituito il riconoscimento, fra i 29 neo Alfieri della Repubblica l’unica sportiva ad essere premiata è stata Alessandra Cortesia, campionessa Olimpica di Break Dance che alle Olimpiadi Giovani di Buenos Aires ha vinto la medaglia d’argento.

«È stata un’emozione incredibile, un momento indelebile nella mia mente. Ringrazio il Presidente Mattarella, la mia famiglia, la FIDS e gli Street Warriors – ha dichiarato Alessandra Cortesia. Con questo riconoscimento spero di poter essere un esempio, di poter aiutare chi vive la stessa difficoltà che ho dovuto affrontare quando ero più piccola. Mi auguro - ha concluso - che la mia storia e il mio riscatto attraverso lo sport possano salvare altri. Noi siamo la chiave di noi stessi, basta aprire la porta nella quale si è costretti a vivere per trovare una nuova luce».

Discorso del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella

Video Consegna Attestati d'Onore Alfieri della Repubblica

 

Credit Photo di apertura: Palazzo del Quirinale 

 

Rassegna Stampa

Gazzetta dello Sport del 17-03

Pagina 1 di 14