Ufficiostampa

Ufficiostampa

16 Lug 2018

Sono stati i Campionati dei record e delle emozioni.  Cala il sipario sugli Undicesimi Campionati Italiani di Danza Sportiva della FIDS, ma ci rimane un patrimonio enorme in fatto di organizzazione, prestazioni e diffusione. Un’edizione 2018 con tante novità. Ma vediamo questi numeri. Il dato sicuramente più significativo è il numero degli atleti in gara: 20.000 con un aumento del 5% rispetto alla scorsa edizione. Un dato che certifica la forza attrattiva della danza sportiva e del movimento stesso sia a livello nazionale che internazionale.

Un’edizione speciale anche per le stelle che si sono avvicendate nella valutazione degli atleti. Quattro giudici d’onore che hanno letteralmente conquistato pubblico e atleti: Carla Fracci, Kledi, Garrison e Renato Greco. E Garrison ha riservato anche una piacevole sorpresa invitando 5 atlete della disciplina Modern Contemporary, - Sofia Nicole De Majo, Alice Moretto, Angela Piotto, Maria Selena Raso e Virginia Scarangella - a seguirlo a Roma per partecipare ai provini di “Amici”, il talent show di Canale 5.

Numeri da urlo sul piano della Comunicazione dove l’area dei social media ha fatto, come ormai sempre accade, la parte del leone: le dirette su facebook , realizzate in partnership con PMG Sport (la piattaforma leader in Italia per la distribuzione di contenuti sportivi on line), ha raggiunto oltre un milione e mezzo di persone con una media giornaliera di oltre 136mila utenti al giorno. Senza considerare che la diretta dei Campionati è andata in onda, oltre che sulla piattaforma di PMG Sport, anche sui canali di Repubblica.it e Lapresse.it. Fondamentale nella fase di promozione è stata l’azione svolta da RDS, radio ufficiale dei Campionati.

Negli ultimi due giorni di gare, il 14 e 15 luglio, in occasione delle gare internazionali WDSF GrandSlam Standard & Latin e delle battle di Break Dance, la media di persone che è stata raggiunta dalla diretta ha sfiorato le 200mila unità per giorno. Un numero giustificato dal fatto che si è trattato dello spettacolo più esclusivo e di alto livello della Danza Sportiva mondiale. Infatti, per le gare del GrandSlam sono scese in pista 159 coppie: 92 in Standard e 67 in Latin provenienti da 22 nazioni. 

Assai significativi i numeri anche per le 6 arene tematiche – 4 padiglioni da 3mila mq ognuno e 2 teatri da mille mq – che hanno registrato presenza complessiva di oltre 220mila spettatori con una media giornaliera di 20.000. Poco più di 500 i giudici e circa 3.500 le medaglie assegnate fra ori, argenti e bronzi nelle gare singole, di coppia e di gruppo.

Assai apprezzata anche la Kids Area che ha permesso agli atleti di affidare i propri piccoli a personale specializzato durante le competizioni. Bene anche lo spazio virtuale Dance&Sports, con un simulatore che ha consentito di muovere i primi passi a chi intende avvicinarsi alla danza.

Molto bene infine l’area merchandising della FIDS che attraverso Danze e Sport, il magazine federale dei Campionati e attraverso la T-Shirt celebrativa ufficiale “Io c’ero” ha raggiunto un totale di 20.000 persone rendendo speciali, unici e memorabili questi Campionati Italiani di Danza Sportiva. 

15 Lug 2018

Le attese della vigilia sono state ampiamente soddisfatte: la finale del 2018 WDSF GrandSlam Latin è stata costellata da emozioni. Alla serata finale con i Campionati Italiani di Danza Sportiva, sulla pista centrale dell’Arena Azzurra della Fiera di Rimini a vincere l’oro è stata la coppia russa Armen Tsaturyan e Svetlana Gudyno.

Come è accaduto nella finale WDSF GrandSlam Standard, anche la finale delle discipline Latin ha visto un equilibrio pressoché costante fra le 6 coppie di atleti in gara. Prova maiuscola dei vincitori che hanno imposto il loro ritmo di gara fin dall’inizio e, nonostante gli altri atleti rispondessero prontamente alle loro performance, alla fine hanno avuto la meglio vincendo meritatamente l’oro.

L’argento è stato conquistato dalla coppia tedesca formata da Andrei-Marius Balan e Khrystyna Moshenska. Bronzo sempre per la Germania con gli atleti Timur Imametdinov e Nina Bezzubova.

La coppia italiana, formata da Vincenzo Marinello e Sara Casini, si è fermata alle semifinali.

Con la finale del WDSF GrandSlam Latin si è conclusa l’undicesima edizione dei Campionati Italiani di Danza Sportiva che hanno regalato alla FIDS, agli atleti e a tutti gli sportivi undici giorni di gare ricchi di emozioni, di sport, di pubblico e di passione.

14 Lug 2018

È la Russia la regina del 2018 WDSF GrandSlam Standard. L’Arena Azzurra di Rimini ha i suoi nuovi campioni. Sul gradino più alto del podio sono saliti: Dmitry Zharkov e Olga Kulikova. Seconda l’Italia con Francesco Galuppo e Debora Pacini. Al terzo posto ancora una coppia russa: Alexey Glukhov e Anastasia Glazunova. Il primo dei due appuntamenti con le gare internazionali dei Campionati Italiani di Danza Sportiva si è concluso con il pubblico che per 5 minuti ininterrotti ha applaudito i nuovi campioni.

La finale è stata combattutissima. Le 6 coppie hanno  esibito prestazioni di altissima classe, bravura e pura eleganza a caccia di quel centesimo di punto in più necessario per vincere. È stata una finale dove l’equilibrio è stato il fattore dominante e solo una manciata di centesimi ha privato l’Italia dell’oro.

I nostri atleti, si sono arresi alla fortissima coppia russa portando a casa un bellissimo argento frutto di sacrificio e di balli ad altissima difficoltà atletica e agonistica. La coppia azzurra ha tallonato fin dall’inizio la coppia Zharkov – Kulikova.

Le luci sul GrandSlam però non si sono ancora spente. Mancano poche ore, infatti, per la finale del 2018 WDSF GrandSlam Latin. L’Arena Azzurra è già allestita per la sfida. Sul sito della FIDS e sulla sua pagina Facebook si potrà assistere alla diretta streaming. A partire dalle 19 le semifinali. Per le 21 è attesa la proclamazione della coppia vincitrice.

13 Lug 2018

Ancora poche ore e le gare internazionali che rappresentano la gemma di Campionati italiani di Danza Sportiva entreranno nel vivo: i GrandSlam Standard & Latin della federazione mondiale (WDSF) promettono uno spettacolo di eccellenza con le migliori coppie al mondo. Ma nel programma di uno spettacolare fine settimana ecco che fa il suo ingresso prepotente anche la  Break Dance.

E non è poco in considerazione del fatto che la Break Dance, oltre che per le sue spettacolari peculiarità, è oggi all’attenzione generale nel mondo dello sport per l’ammissione ai Giochi Olimpici giovanili di Buenos Aires. Due irrinunciabili gare e quindi la FIDS ha stabilito di produrre entrambe le dirette streaming dai padiglioni della Fiera di Rimini. La produzione tecnica è affidata a PMG Sport, la piattaforma leader nella distribuzione di contenuti digitali.

Quindi dirette dal Teatro Underground e dall’Arena Azzurra: gli spettatori potranno seguire le dirette dalla pagina della FIDS. Si inizierà domani, sabato 14 luglio alle 9.45 dal Teatro Underground dove, fino alle 14, verranno trasmesse le gare di Break. Dalle 14 in poi, invece, l’attenzione si sposterà al WDSF GrandSlam Standard. La diretta proseguirà fino alla finalissima che, da cronoprogramma, dovrebbe concludersi per le 22.30.

Anche, dopodomani, domenica 15 luglio il programma sarà pressoché simile: inizio diretta alle 9, sempre dal Teatro Underground  fino alle 14. Poi le telecamere punteranno l’Arena Azzurra per seguire le gare WDSF GranSlam Latin che per le 21  decreteranno la coppia vincitrice.

13 Lug 2018

L’Italia della danza sportiva continua a stupire e a vincere. Dopo l’oro di Marek Pisanu nell’European Show Dance Championships disciplina Disco Dance singolo categoria Juniors (12/15 anni) e il bronzo, nella stessa disciplina e categoria, della coppia Azzurra Gaia Bella e Marek Pisanu, la FIDS aumenta il suo prestigio internazionale grazie alla bravura degli altri atleti impegnati in Germania nell’IDO European HipHop, Break Dance, Electric Boogie, HipHop Battles.

Nel palazzetto dello sport di Bremerhaven oltre 3.000 atleti hanno gareggiato fra loro per essere i migliori nelle loro categorie e discipline. L’Italia non ha deluso le attese della vigilia. Il primo successo è arrivato grazie alle performance artistiche e sportive di Mattia Zerlotin che si è laureato Campione Europeo di Break Dance categoria Juniors (12/15 anni).

Accanto al successo di Mattia, l’Italia ha brillato con altri due splendidi squilli d’argento che sono stati invece vibrati da Erika Pellicciotti nel Europeo Electric Boogie Single categoria Adults  (16/oltre) e nel Duo Adults disciplina Electric Boogie che ha consacrato Campioni Europei Gabriele Benedetto e Erika Pellicciotti.

Ottimi risultati anche per Fabio Ferro e Edison Markja che hanno raggiunto la finale (quinto posto) nella disciplina Electric Boogie Due Adults così come per Edward Alessandro Boiano Romano e Silvia La Monaca, sesti classificati. Sempre finale, ma questa volta nella categoria Hip Hop Battles Juniors, per Chiara Pasqualini che ha raggiunto il quinto posto.

13 Lug 2018

Se a Rimini una parte degli atleti della FIDS sarà impegnata nelle gare del WDSF GrandSlam Standard & Latin un’altra è già pronta per partire alla volta del Giappone. Domani sabato 14 luglio, nel palazzetto dello sport di Nagano due coppie di sportivi saranno impegnati nel WDSF World Championship Standard, categoria Senior IV.

A rappresentare l’Italia della danza sportiva saranno le coppie formate da: Renato Sibillo e Anna Cartini e Alessandro Barbone e Patrizia Flamini.

12 Lug 2018

Da Rimini a Roma, dai Campionati di Danza Sportiva agli studi di “Amici”. Le sorprese non finiscono mai fra i padiglioni della Fiera. È il caso di dirlo: certe volte basta uno sguardo per restare colpiti e affascinati. Ed è proprio quello che è successo a Garrison, giudice della finale Singolo Femminile, categoria 16/Oltre disciplina Modern Contemporary, che si è disputata ieri al Teatro Broadway di Rimini.

Cinque finaliste, cinque giovanissime atlete della FIDS, Sofia Nicole De Majo, Alice Moretto, Angela Piotto, Maria Selena Raso e Virginia Scarangella sono state invitate da Garrison a partecipare ai provini per la nuova edizione di “Amici” 2019, il talent show di Canale 5.

Palpabile l’emozione delle atlete che non si aspettavano di ricevere un regalo così inaspettato e che hanno promesso di mettercela tutta per portare la loro bravura e le insegne della FIDS nelle aule sportive televisive.

10 Lug 2018

È stato un autentico bagno di folla che ha coinvolto tutti. Dopo Carla Fracci e Kledi oggi la star d’eccezione ai Campionati Italiani di Danza Sportiva a Rimini è stato Garrison. Il coreografo americano è stato travolto dall’affetto e dagli abbracci di migliaia di atleti che l’hanno salutato e accompagnato passo dopo passo all’interno dei padiglioni della FIDS. Oggi, infatti, nel teatro Broadway, sarà lui uno dei membri di giuria per la specialità Modern Contemporary.

Appena arrivato in fiera, Garrison ha visitato tutte le Arene e i Teatri di gara per portare il suo saluto sia ai giudici sia agli atleti, ma è stato nel teatro Underground che la magia dei Campionati italiani di danza l’ha travolto: i ballerini della specialità Boogie Woogie hanno salutato il suo ingresso con piroette, prese acrobatiche, ritmi e sound di pura energia.

Garrison ha ringraziato tutti e ha rivolto un invito agli atleti: “Vincere fa piacere a tutti ma, ve lo dico col cuore, essere qui è la vittoria più grande per me e per tutti voi”.

09 Lug 2018

Dopo Carla Fracci, che ha entusiasmato le migliaia di ballerini presenti ai Campionati Italiani di Danza Sportiva di Rimini, oggi è stata la volta di Kledi che, zaino in spalla e con grande curiosità ha visitato i 6 padiglioni della Fiera per salutare gli atleti e i giudici nazionali ed internazionali.

Un’autentica ovazione ha accompagnato l’ingresso di Kledi nel Teatro Broadway dove era atteso come membro della giura per le discipline Modern Contemporary. Prima di sedersi fra i banchi dei giudici, ha svelato le sue sensazioni, le sue emozioni, il significato che la danza ha per lui e ha rivolto un consiglio prezioso a tutti i giovani. 

Prima volta a Rimini, prima volta ai Campionati Italiani di Danza Sportiva…

È tutto è davvero bello. C’è tanta gioventù, tanta energia, tante discipline, tanti padiglioni, sono davvero contento, sto per iniziare a giudicare le danze Moderne ma prima voglio finire il giro nei padiglioni.

Kledi e la Danza…

La danza è una disciplina che aiuta ad affrontare le asprezze della vita, forgia il carattere, aiuta a crescere in maniera sana e positiva. Costanza e determinazione sono le chiavi per arrivare dove si vuole, l’importante è amare quello che si fa. Auguro ai ragazzi di metterci tutta lo loro passione, se poi la danza diventa un lavoro, che ben venga.

Un consiglio per i giovani?

La passione deve essere in cima alla classifica, la danza deve piacere a loro e non devono essere spinti dai genitori. Devono fare tante esperienze diverse, devono cambiare tanti maestri (questo è fondamentale per il loro bagaglio artistico) e poi devono viaggiare tanto, questo è un altro elemento che può aiutare tanto i ragazzi nella loro crescita individuale e di esperienze.

 

08 Lug 2018

“La danza e lo sport hanno diversi punti in comune, io amo entrambi - sono queste le prime parole rilasciate in esclusiva alla FIDS (Federazione Italiana Danza Sportiva) da Carla Fracci che oggi, domenica 9 luglio, nell’ambito degli Undicesimi Campionati Italiani di Danza Sportiva di Rimini, sarà la presidente di giuria per la specialità Danza Classica.

“Questa passione, – ha continuato la Fracci –  in pochi lo sanno ma l’ho vissuta in compagnia di Margherita Hack, una grandissima donna di sport. È stata una delle persone che ho amato di più nella mia vita. In gioventù praticò con successo pallacanestro e atletica, io la chiamavo nei fine settimana e la invitavo a giocare a pallavolo così potevamo fare salti di ballo classici, da lei e dalla danza ho imparato l’amore per lo sport”. 

Soffermandosi poi sugli inizi della sua carriera la prima ballerina ha ricordato come la sua carriera sia iniziata “grazie a un bel visino”. “A 9 anni i miei genitori mi iscrissero alla scuola di danza del Teatro alla Scala e fui selezionata e ammessa nel gruppo dei ‘bimbi da rivedere’. Durante il secondo test passò Ettorina Mazzucchelli (direttrice unica del Teatro alla Scala dal 1935 al 1950) che mi guardò e mi scelse per il mio faccino”.

L’intervista prosegue scorrendo nella memoria tutta la sua carriera, i ballerini con i quali si è esibita, le opere alle quali è più legata fino ad arrivare ad oggi. Per la Fracci non ci sono dubbi “la televisione – con i suoi talent dedicati al ballo – ha avuto un impatto positivo.  Alcuni talent show – ha proseguito - hanno dato un’opportunità a molti giovani che forse questa occasione non l’avrebbero mai avuta. Il mio caso insegna, sono diventata ballerina quasi per caso”.

E alla domanda su quale sia il suo segreto per essere diventata la signora della danza italiana per eccellenza, Carla Fracci risponde che “il segreto è mantenere sempre vivo il rapporto col passato non staccandosi mai dal proprio vissuto, dalle proprie radici, ma restando sempre aperti al futuro e alle novità”.

Pagina 1 di 6