Ufficiostampa

Ufficiostampa

18 Mag 2018

Mancano poche ore alla sfida finale che vale un sogno. La sera del 20 maggio a Tokyo i Fantastici 4 della Break Dance targata FIDS, Francesco Bressan (Bboy Kenjy), Alessandra Cortesia (Bgirl Lexy), Alex Mammì (Bboy Lele) e Mattia Schinco (Bboy Bad Matty) sono pronti a rappresentare l’Italia nella gara che si preannuncia fra le più entusiasmanti della loro carriera: vincere la finale nipponica e volare agli “Youth Olympic Games 2018” che si terranno a Buenos Aires dal 6 al 18 ottobre.

Il mondo della danza sportiva italiana fa il tifo per loro. Arrivare a Buenos Aires significherebbe per l’Italia essere una della Nazioni partecipanti ai primi Giochi Olimpici in cui è ammessa la Break Dance. Incrociamo le dita.

17 Mag 2018

Dopo l’oro nella Coppa Europa Adult Standard in Lettonia gli azzurri della FIDS si cimentano in un’altra sfida. Nel week end da venerdì 18 a domenica 20, saranno 12 le coppie in gara che cercheranno di raggiungere la vetta del successo nel WDSF World Championship discipline Standard e Latin che si terranno a Olomouc, in Repubblica Ceca e a Tibilisi, in Georgia.

A rappresentare l’Italia nella categoria Senior III danze Standard venerdì 18 saranno le coppie Moreno Carnelli e Michela Saggiorato e Bruno Lazzareschi e Ida Zotta. Il 19 maggio invece sarà il turno di Giovanni Pisacane e Gaia Cirillo e di Alexandru Valentin Dimitru e Nicole Civita nella categoria Under 21 Latin a Tibilisi. Chiuderanno la tre giorni di gare le coppie Stefano Bernardini e Stefania Martellini e Alberto Belometti e Barbara Pini nella categoria Senior II Standard.

16 Mag 2018

Un equilibrio perfetto nel ballo con Francesco e un equilibrio perfetto nella vita privata con i suoi affetti più cari. Determinata, appassionata, con le idee chiare e con la semplicità tipica di chi sa essere vincente nella vita come nello sport.  È Debora Pacini, neocampionessa nel WDSF European Cup Adult Standard, che in coppia con Francesco Galuppo ha vinto l’oro in Lettonia.  

È andata bene, anzi benissimo…

La gara è stata molto veloce eravamo 21 coppie e nelle gare abbiamo fatto 3 round: è stata  una esperienza molto bella, c’era tanta gente, una bella atmosfera. Poi sentire l’Inno sul podio è stata una sensazione fantastica. Ci siamo sentiti bene subito, fin dal primo round e abbiamo dato il massimo fin dall’inizio e questa stessa forza l’abbiamo mantenuta fino alla finale.

 La chiave del successo?

Ci vuole molto sacrificio, molto impegno, lezioni, allenamento. Bisogna lasciare il mondo reale fatto di divertimento, di cose leggere, delle vacanze, del tempo libero per dedicarsi solo al ballo. Nel week end abbiamo le gare, durante la settimana dobbiamo allenarci. Tanti sacrifici da fare e da vivere. Però questi sacrifici poi ti ripagano perché arrivi a disputare finali, a salire qualche volta sul podio. I ragazzi che si avvicinano a questo sport devono avere una sola priorità: il ballo. Quando arrivi in gara è sempre un’emozione. Cerchiamo sempre di dare il massimo e il meglio di noi. Dobbiamo sempre mantenerci in forma, bisogna avere un look perfetto, rispettare il trucco, l’acconciatura, curare l’aspetto fisico, avere un bell’abito. Insomma, tutto ha la sua importanza ma il ballo è la prima cosa, la priorità assoluta per tutti coloro che si avvicinano a questo sport deve essere  migliorarsi ogni giorno.

Un consiglio per i giovani…

Quello che voglio dire ai giovani è di non scegliere chi vi promette di arrivare ai risultati con scorciatoie, facendosi aiutare da maestri che vi promettono di arrivare grazie a “conoscenze” , l’unica cosa che  bisogna scegliere è sempre il ballo e migliorarsi in quello che si fa. Il ballo è l’unica forza meritocratica che ti fa vincere e che ti fa sentire orgoglioso di te stesso. Migliorare il ballo senza pensare al risultato è la chiave per essere liberi. Ripeto solo il ballo ti porta avanti, ti porta a gareggiare ed essere orgogliosi di te stesso. È solo migliorandosi ogni giorno che ci si realizza. 

E tu e Francesco vi siete realizzati. 

Sì, con Francesco balliamo da 15 anni. Sto più con lui che con il mio ragazzo. Siamo in simbiosi perfetta. L’importante è trovare il partner ideale, bisogna cercare di trovare il ballerino ideale per te. Molte coppie scoppiano perché ad un certo punto cercano di cambiare il partner e questo non è una buona cosa perché bisogna ricominciare tutto e non è detto che ci si riesca. Noi siamo fra i pochi che hanno avuto e stanno avendo una carriera di coppia così lunga.

Simbiosi perfetta nel ballo, ma nella vita reale?

Non è facile combinare una vita da atleta con la vita privata. La danza è il mio lavoro, è la mia vita, ci vogliono accanto affetti, come la mia famiglia e il mio ragazzo, che ti sostengano e ti incoraggiano. Ho raggiunto un equilibrio perfetto fra vita normale e vita sportiva.

Prossimi appuntamenti?

I prossimi appuntamenti sono il GrandSlam il 1 luglio a Taipei e il GrandSlam di Rimini del 14 luglio. Due appuntamenti importantissimi. La gara del 1 luglio ce l’hanno comunicata da poco, saranno gare ravvicinate ma siamo abituati. La cosa più pesante sono i viaggi. Cerchiamo sempre di arrivare la sera del giorno prima della gara così possiamo dormire ed essere pronti. Però al di là di questo quando arriviamo in pista abbiamo solo adrenalina e voglia di ballare e in un attimo mettiamo alle spalle fuso orario, stanchezza e lunghezza di viaggi. Davanti a noi c’è solo la pista. 

26 Apr 2018

L’Italia della Danza Sportiva non si ferma mai. Dopo le gare in Russia e in Moldavia gli azzurri della FIDS sbarcano in Cina. Sarà Shijiazhuang la città che il 5 maggio ospiterà il 2018 WDSF PD World Championship Latin, categoria Adulti.

In gara le coppie Giacomo Lucchese - Francesca Berardi e Marco Zingarelli - Ilaria Campana: i 4 azzurri, sempre fra i primi nelle classifiche nazionali ed internazionali,  puntano al massimo dei risultati nell’Hebei Stadium.

«I nostri ragazzi sono chiamati, ancora una volta, ad una prova sportiva dove il tasso tecnico e la competizione agonistica - ha dichiarato Michele Barbone, presidente della FIDS - saranno ai massimi livelli. Conosco il loro valore e la loro forza per cui sono fiducioso che sapranno tenere in alto il nome dell’Italia».  

 

--------------------

8 maggio

Nella WDSF PD World Championship Latin, gli azzurri in gara hanno ottenuto: un quinto posto con Giacomo Lucchese e Francesca Berardi, un quattordicesimo posto con la coppia formata da Nicola Nelli e Eleonora Rugi, un quindicesimo con Luca Santoro e Elettra Paniccia e un diciannovesimo posto con Marco Zingarelli e Ilaria Campana.  

23 Apr 2018

Dopo i successi sportivi ottenuti in Russia, con due argenti nel Campionato del Mondo Show Dance Latin e nella Coppa d’Europa Danze Latino Americane, la Danza sportiva italiana sbarca in Moldavia e lo fa con i suoi atleti più giovani. L’Italia della danza, sempre ai primi posti nelle competizioni internazionali, cercherà anche nell’Europa Orientale di far parlare di sé.

Nel week end del 28 e 29 aprile a Chisinau gli azzurri della disciplina Combinata 10 balli, categorie Junior II (14/15 anni) e Youth (16/18 anni), sono pronti a misurarsi nel WDSF World Championship e nel WDSF European Championship.

Saranno 4 gli atleti che cercheranno di ottenere il gradino più alto del podio: Riccardo Perretta e Eleonora Petronilli (World Championship Ten Dance Junior II) e Mirko Raponi e Micaela Fratepietro (European Championship Youth Ten Dance).

- - - - - - -

2 maggio 2018

Nel week end sportivo in Moldavia i nostri atleti si sono fermati ai Quarti di Finale: Riccardo Perretta e Eleonora Petronilli nella categoria Junior II Combinata 10 Balli, si sono calssificati diciassettesimi, mentre Mirko Raponi e Micaela Fratepietro nella categoria Youth, ventiquattresimi.  

24 Apr 2018

Sarà Asiago, dal 27 al 29 aprile, il luogo che ospiterà i fantastici quattro della Break Dance targata Federazione Italiana Danza Sportiva. Francesco Bressan (Bboy Kenjy), Alessandra Cortesia (Bgirl Lexy), Alex Mammì (Bboy Lele) e Mattia Schinco (Bboy Bad Matty) si prepareranno sotto la supervisone del preparatore tecnico Bboy Kacyo (Giuseppe Di Mauro) per realizzare un sogno: essere i portabandiera dell’Italia agli “Youth Olympic Games 2018” che si terranno a Buenos Aires dal 6 al 18 ottobre. Per la prima volta, infatti, la Break Dance entra nell’Olimpo dei Giochi.  

Saranno tre giorni di inteso allenamento, sia fisico sia mentale. Oltre agli esercizi tecnici, grande importanza verrà riservata anche alle tecniche di respirazione sotto la supervisione della prof.ssa Erika Regulyova. Questa sessione di incontri servirà a preparare i nostri 4 atleti all’ultima sfida che li separa dal biglietto aereo per Buenos Aires: vincere la terza ed ultima selezione di qualificazione per gli Youth Olympic Games, che si terrà a Tokyo il 20 maggio. Partenza per il Sol Levante il 17 maggio.

«Sarò con loro a Tokyo per incoraggiarli e per fargli sentire tutto l’affetto e la vicinanza della nostra Federazione. Vincere l’ultima qualificazione – ha dichiarato Michele Barbone, presidente della FIDS - significherebbe per l’Italia entrare di diritto agli Youth Olympic Games 2018 con tutte le carte in regola per competere con le altre nazioni in gara nella conquista del metallo più prezioso. Conosco i ragazzi e so benissimo quanto impegno, dedizione, fatica e sacrifici hanno dovuto compiere per poter vivere questo sogno».

27 Apr 2018

Per la Danza sportiva italiana sarà un maggio ad intenso tasso agonistico: ogni fine settimana, in 4 località diverse dell’Italia – Pescara, Bari, Asiago, e Perugia - con oltre 6mila atleti in gara, prenderanno il via i Campionati Interregionali Danza Sportiva FIDS, (discipline Standard e Latino Americane) e la Supercoppa, (discipline Standard, Latino Americane e Combinata 10 Balli).

Con i Campionati interregionali e con la Supercoppa entra nel vivo la stagione sportiva della FIDS che avrà il suo culmine sportivo ed agonistico a luglio con i Campionati Italiani di Rimini. Per i quattro appuntamenti di maggio saranno in gara più di 6mila gli atleti.

Ad aprire le… danze sarà il Centro Italia, a Pescara nel palazzetto “Giovanni Paolo II” saranno ospitate le gare interregionali dal 4 al 6 maggio.  Le competizioni poi si sposteranno al Sud, precisamente nel “Palaflorio” di Bari, il 12 e il 13 maggio. Ultima tappa degli “interregionali” al Nord ad Asiago il 19 e il 20 nel “Pala Hodegart - Palazzo del Ghiaccio”.

Terminata la maratona interregionali gli atleti torneranno nel cuore dell’Italia a Perugia, nel “Palaevangelisti”, dove dal 25 al 27 maggio sarà di scena Supercoppa. Tutte le coppie in gara ai Campionati Interregionali, competeranno nel settore in cui risiede il cavaliere.

Alla Supercoppa Italia gareggeranno le categorie giovanili 14/15, 16/18, 19/oltre (aperta a tutte le coppie ad esclusione delle prime 12 coppie classificate al Campionato Italiano Assoluto 2018 della 19/oltre) e 18/oltre classe PD. L’Élite della categoria 19/oltre, riservata alle prime 12 coppie classificate ai Campionati Italiani Assoluti 2018 nelle discipline Standard e Latino Americane, disputerà una gara dedicata adottando il sistema di giudizio Absolute Judging System 3.0 scelto dalla WDSF per le competizioni più importanti. A breve on line il programma e tutte le informazioni sullo svolgimento della SuperCoppa Italia.

- Programma e iscrizioni Campionato Interregionale Settore Nord (posticipo scadenza 12.05.2018)

- Programma e iscrizioni Campionato Interregionale Settore Centro

- Programma e iscrizioni Campionato Interregionale Settore Sud (posticipo scadenza 06.05.2018)

17 Apr 2018

Si terranno nel prossimo fine settimana, dal 20 al 22 aprile, nel Centro Preparazione Olimpica Acqua Acetosa “Giulio Onesti” gli incontri medico sanitari riservati alle rappresentative nazionali azzurre della FIDS. Nell’Istituto di Medicina e Scienza dello Sport del CONI saranno circa 100 gli sportivi che prenderanno parte agli screening sanitari e alle visite specialistiche finalizzate a garantire, alla nostra élite della danza sportiva, assoluti livelli di tutela e di salvaguardia della salute.

La tre giorni di incontri risponde alla strategia e alla normativa federale FIDS in fatto di promozione della salute, che prevedono un costante e attento monitoraggio della salute degli atleti, incoraggiando stili di vita sani e una corretta alimentazione. Ogni sportivo coinvolto avrà una visita medico/sportiva approfondita oltre a partecipare a corsi di formazione e a lezioni specifiche sui temi: La preparazione mentale nell’atleta di alto livello, Team Building, appartenenza alla Squadra Nazionale e Formazione in materia di antidoping a cura della NADO Italia.  

«La prevenzione medica, il diritto alla salute e la tutela sportiva dei nostri atleti è uno dei principi fondanti – ha dichiarato il presidente federale Michele Barbone - su cui si basa la nostra attività federale. Avere un’attenzione puntuale e corretta sia delle discipline sportive sia delle capacità psicofisiche e attitudinali dei nostri tesserati, ci pone in linea con i principi promossi dal CONI. Questi tre giorni di visite mediche si rivolgono alla punta di diamante dei nostri atleti, a tutti coloro i quali rappresenteranno l’Italia e la nostra Federazione nelle competizioni internazionali».

Ecco gli atleti convocati:

Show Dance: Alice Moretto e Angelo Pintori. Boogie Woogie: Chiara Ljoi e Enrico Conti. Hip Hop: Swami Morgagni e Lorenzo Martelli. Disco Dance: Laura Simonini e Thomas Morpurgo. Danza Classica: Chiara Ghidoni. Jazz Dance: Angela Piotto e Daniel Zedda. Modern Contemporary: Lorenzo Beneventano. Danze Caraibiche: Gabriele Cuto e Francesca Coscia; Simone Lombardi e Francesca BAttistini; Francesco Ruotolo e Aurora Giusti; Luca Corsini e Ylenia Venturi; Kevin Guastella e Miriam Abagnale; Riccardo Dada e Giulia Alibani. Danze Latino Americane: Mattia Zenzola e Desireè Pietrantonio; Damiano Lato e Asia Pochi; Danilo Minafra e Francesca Cantatore; Gianmarco Sposato e Aurora Ranvestel; Michele Musella e Johana Musella; Giovanni Ej Cena e Maddalena Giai Baudissard; Vincenzo Mariniello e Sara Casini; Vito Coppola e Oona Oinas; Eric Testa e Federica Brezzo; Giacomo Lucchese e Francesca Berardi; Marco Zingarelli e Ilaria Campana. Danze Standard: Riccardo Perretta e Eleonora Petronilli; Alessandro Laineri e Ginevra Nanni; Daniel Ficola e Giulia Migliorini; Daniel Buonarrivo e Anastasiia Martynova; Angelo Annese e Francesca Casalino; Sebastiano Grande e Desirè Basile; Francesco Galuppo e Debora Pacini; Andrea Roccatti e Flaminia Iannone; Roberto Carano e Francesca Francini; Isaia Berardi e Cinzia Birarelli; Simone Carabellese e Lucia Cafagna. Combinata 10 Danze: Eleonora Petronilli e Riccardo Perretta; Ginevra Nanni e Alessandro Laineri; Flavia Losacco e Gerardo Felice Petrozzi; Micaela Fratepietro e Mirko Raponi; Rosaria Messina Denaro e Mario Cecinati; Noemi Oriolesi e Luigi Francescangeli; Flaminia Iannone e Andrea Roccatti; Svetlana Kostenko e Francesco Esposito. 

Inoltre il Consiglio Federale nella seduta dell’8 aprile 2018 ha deliberato la nuova composizione del Club Azzurro. Tutti gli atleti di interesse nazionale riceveranno la lettera di nomina da parte del Presidente Federale, Michele Barbone.

13 Apr 2018

Al Campionato del Mondo hanno persino commosso il pubblico di Mosca con il loro primo Show Dance Latin. Hanno raccontato la loro vita, la loro quotidianità, il loro amore, le loro difficoltà che li hanno resi unici. Sono Daniele Sargenti e Uliana Fomenko, neo vicecampioni del mondo nella disciplina Show Dance Latin.

Al suo rientro in Italia abbiamo sentito Daniele che ci ha raccontato la loro ultima fatica sportiva. Dopo aver vinto tantissimo in Italia e all’estero, le emozioni provate in Russia hanno lasciato qualcosa di magico nei loro cuori.

Com’è andata in Russia?

Tutto molto positivo, siamo andati in Russia per il gusto di ballare. È stata la prima volta che ci siamo cimentati nello Show Latin, è stato il nostro primo approccio in una nuova disciplina. Siamo andati lì non per il risultato ma per lo show che Uliana e io abbiamo creato.  Abbiamo avuto un’accoglienza stupenda, è stata una gara organizzata benissimo, forse la migliore alla quale abbiamo partecipato da quando ballo, sembrava una piccola Olimpiade. L’atmosfera ha giocato un ruolo fondamentale, c’erano 6.000 persone di pubblico, una cosa favolosa che ci ha tanto aiutato. Anche il pubblico ci ha sostenuto. 

Che Show avete portato?

“Day by day”: abbiamo voluto dimostrare, raccontare quello che viviamo nelle vita di tutti i giorni, mostrare uno spaccato della nostra quotidianità, della nostra vita. Non solo l’amore, ma anche i problemi, la rabbia, la gioia, insomma tutti gli ingredienti della vita. Per fare una buona torta ci vuole un mix perfetto di tutti questi elementi, perché poi è la vita reale, e perché no?, una vita perfetta è questa. Anche il pubblico si è commosso, significa che abbiamo trasmesso qualcosa di bello e di importante.

Un approccio diverso dal solito…

Sì, anche l’approccio alla gara lo abbiamo sentito diverso rispetto alla Danze Latine. Nella nostra carriera abbiamo vinto Europei, abbiamo disputato Mondiali, ma abbiamo sentito più responsabilità. Lo show lo crei tu, per lo più lo show raccontava la nostra storia, la nostra quotidianità: quindi grande responsabilità e sicuramente un po’ di ansia in più c’è stata, perché fino alla fine non sapevamo se quello che avevamo pensato e creato sarebbe stato apprezzato e compreso.

Prossimi appuntamenti?

Come gare al momento non sappiamo ancora, ho avuto un problema al menisco e non so quanto sarà lungo il recupero. Stiamo valutando cosa fare, se continuare oppure no e questo si interseca con la nostra vita privata, stiamo valutando. Diciamo che ci piacerebbe mostrare il nostro show anche in Italia, magari ai prossimi campionati italiani.

La danza sportiva continua ad affascinarti…

Ho conosciuto e intrapreso la danza sportiva grazie ai miei genitori. Fino a 18 anni ho giocato anche a calcio nella primavera di una squadra di serie A, poi la danza mi ha conquistato definitivamente e la scelta che ho fatto mi ha ripagato e mi ha gratificato ogni giorno. La danza insieme alla musica sono mezzi che ti fanno provare delle emozioni incredibili, sono dei veicoli per esprimere te stesso. Ti fanno sentire appagato. La danza è una delle forme di espressione più bella che la vita ci ha dato. La danza riesce ad aiutarti a relazionarti nella vita, nei confronti dell’altro sesso, ti aiuta nelle competizioni sane della vita, la danza sportiva è una scuola di vita.

Una “scuola di vita”? Facci capire…

La danza ti prepara alla vita. Ti aiuta a gioire dei successi, ma ti aiuta anche ad incassare gli insuccessi. La danza sportiva ti mette a disposizione tante possibilità per cadere e per rialzarti che sono un po’ le dinamiche della vita, quelle dinamiche che a tutti noi, almeno una volta, sono capitate.

19 Apr 2018

Oltre 20mila atleti in gara, 6 padiglioni che si trasformeranno in aree tematiche dedicate, una tappa del 2018 WDSF GrandSlam Standard and Latin, una Kids Area e oltre 200mila spettatori attesi. Sono questi i primi numeri e le novità dei prossimi Campionati Italiani di Danza Sportiva targate FIDS che si terranno alla Fiera di Rimini dal 5 al 15 luglio.

Fra le novità più attese le 6 aree tematiche – 4 arene e 2 teatri – che ospiteranno gli atleti. Non si tratterà di semplici padiglioni, ma di luoghi dedicati alla danza sportiva, dove ogni disciplina verrà rappresentata con coreografie, luci e ambientazioni che valorizzeranno sia gli atleti sia le discipline, rendendo più ampia e confortevole la partecipazione alle competizioni.  

Le novità dei Campionati Italiani 2018 però non finiscono qui. Per la prima volta la FIDS metterà a disposizione degli atleti una Kids Area. Questa iniziativa nasce dall’esigenza di consentire a tutti gli sportivi che hanno figli, di poter partecipare ai Campionati e alle varie competizioni che si terranno in quei giorni a Rimini, avendo l’opportunità di usufruire di un luogo dedicato alle attività ludiche e ricreative per i propri figli. La Kids Area completamente gratuita, sarà attrezzata per ospiti dai 4 ai 14 anni che saranno seguiti e guidati nelle attività da personale ed educatori specializzati.

Grande attesa, infine, per una tappa del 2018 WDSF GrandSlam Standard and Latin che si terrà nel week end del 14 e 15 luglio che di fatto chiuderà l’Undicesima edizione dei Campionati Italiani di Danza Sportiva con una due giorni di gare internazionali dall’elevato tasso atletico.

«Dopo undici anni continua a vele spiegate la sinergia fra la Federazione e la Fiera di Rimini che a tutti gli effetti, è diventata la nostra casa sportiva – ha dichiarato Michele Barbone, presidente della FIDS – e sono molto fiero per le grandi novità che siamo riusciti ad introdurre e per essere riusciti a portare a Rimini una prova del GrandSlam Standard and Latin. L’aver voluto creare sei aree tematiche dedicate si inserisce nella logica di uno sviluppo continuo del movimento danza che da un lato, permetterà ad un numero sempre maggiore di atleti di partecipare alle gare e, dall’altro, offrirà ad ogni disciplina una valorizzazione in termini di storia e di tradizione. Fra le novità introdotte la Kids Area di Rimini 2018. La nostra volontà è – ha concluso Barbone - quella di coniugare fra loro sport e famiglia. L’aver dato vita a questa iniziativa, credo si inserisca perfettamente in questa logica». 

On line il programma definitivo dell'evento. I cronologici di gara con gli orari dettagliati saranno pubblicati con congruo anticipo rispetto al'inizio delle competizioni.

Pagina 1 di 2