Venerdì, 20 Ottobre 2017 11:07

Nuovo accordo FIDS-SCF per le associazioni sportive affiliate

Nei giorni scorsi è stato siglato il nuovo accordo di convenzione tra la FIDS e la Società Consorzio Fonografici (SCF), stipula che garantirà alle associazioni e società sportive affiliate alla FIDS un ulteriore miglioramento delle condizioni economiche del servizio rispetto all’accordo passato.

Nello specifico, anziché sul numero dei corsi e sulla dimensione dei locali – come avveniva in precedenza, i compensi da corrispondere a SCF verranno ora calcolati prendendo in considerazione il numero dei soci/tesserati.
In più, a tutte le affiliate FIDS che sottoscriveranno la licenza entro e non oltre il 31 dicembre 2017, sarà concessa da SCF la possibilità di regolarizzare la propria posizione, pagando una sola annualità aggiuntiva per gli utilizzi del Repertorio effettuati prima dello 01-01-2017.   

Chi è SCF

SCF è stata costituita nel 2000 ed è composta da oltre 400 case discografiche, major e indipendenti, con lo scopo di raccogliere e successivamente ripartire i compensi, dovuti ad artisti e produttori per la diffusione in pubblico di musica registrata, nel rispetto di quanto stabilito dalle direttive dell'Unione europea e dalla legge sul diritto d'autore italiano.

Rappresentando i diritti connessi delle più eterogenee realtà musicali, SCF dà valore alle singole diversità del mercato musicale, consentendo a tutte le imprese di ottenere una più agevole e tutelata diffusione delle proprie produzioni discografiche e, contemporaneamente, mettendo a disposizione di tanti professionisti di altrettanti settori un immenso catalogo di qualità composto da più di 20 milioni di brani.

Cosa sono i diritti connessi

I diritti connessi sono riconosciuti dalla Legge sul diritto d’Autore (l. 633/1941) ai produttori discografici ed agli artisti interpreti ed esecutori e sono cosa distinta ed autonoma dal diritto d’autore gestito da SIAE. Su una registrazione musicale convivono pertanto due famiglie di diritti, quattro soggetti giuridici interessati e, in linea generale, almeno due enti distinti per la raccolta dei compensi, SIAE e SCF.

 

Il mancato pagamento dei compensi dovuti ai produttori fonografici ai sensi della normativa vigente può essere sanzionato tanto in sede civile che in sede penale.

Allegati

Convenzione FIDS-SCF

Modulo licenza

Lettera di proroga

Vademecum "Utilizzo della musica da parte di ASD e SSD - convenzione FIDS-SCF"

 

 

 

Letto 2591 volte Ultima modifica il Venerdì, 20 Ottobre 2017 11:20