Ufficiostampa

Ufficiostampa

18 Mag 2019

Hanno 19 anni ma l’età anagrafica non conta. Conta che da atleti caparbi, sensibili, spigliati e sono vicecampioni europei disciplina Hip Hop categoria Duo Adults. Sono Francesco Meucci e Lorenzo Martelli, livornesi doc. All’Europeo di Rimini hanno vinto un argento fatto di talento, cuore ed energia.   

Un argento pieno di grinta?

Francesco: Assolutamente sì. Veniamo già da esperienze internazionali, al Mondiale in Polonia abbiamo raggiunto il quarto posto. Avevamo l’intenzione di arrivare in finale ma ci è sfuggita per poco. Qui ce l’abbiamo fatta, ci siamo ripresi quello che avevamo perso per un soffio.

Lorenzo: È stato fantastico! Abbiamo vinto l’argento in casa nostra, abbiamo vinto in Italia, è stata un’emozione doppia.  Poi io e Francesco balliamo insieme da 4 anni e questo risultato ci ripaga dei nostri sacrifici.

Perché l’Hip Hop?

L: Prima di fare Hip Hop ho fatto altre discipline: boxe, judo e taekwondo, sport che mi hanno preparato fisicamente. Ad un certo punto ho lasciato tutto perché non ho sentito più quel mondo. La lotta non faceva più per me. Per caso un giorno davanti ad una pizzeria ho sentito un brano e il mio corpo si è mosso da solo, anche se non conoscevo nessun passo, il corpo mi ha parlato. Ho iniziato e mi sono reso conto che era quello che avevo cercato da sempre, la musica e il ballo. Sono stati e sono un anestetico dell’anima. Momenti belli, brutti, delusioni o aspettative tutte le emozioni che quotidianamente fanno parte della vita, di ognuno di noi, attraverso il ballo riuscivo ad incanalarle e mi sentivo bene, libero. E ancora adesso è così.

F: Ho avuto degli input esterni da sempre. Mia mamma fa la musicista, ascoltavo musica già prima di nascere. Avevo capito, fin da piccolo, che la danza avrebbe fatto parte della mia vita. Il primo vero approccio con questo mondo l’ho avuto andando ad un corso con un mio amico. Io sono ancora qui, il mio amico fa tennis. Mi innamorai dell’Hip Hop. La danza è uno sport singolare: unisce la parte artistica a quella atletica. Le rende uniche, le unisce in solo corpo sotto tutti i punti di vista.

Un pieno di emozioni, insomma?

F. Per me è come se vivessi un blackout totale. Mi si chiudono quasi gli occhi, sono un tutt’uno con la musica. Sento che il mio corpo è uno strumento, fa da tramite fra la musica e il ballo, quello che esce è energia che la musica trasforma in emozioni che si riversano in pista. È una fiamma viva, che arde ogni giorno.

L. La danza per me è come prendere a pugni un sacco da box quando sei arrabbiato, con tutta la forza che hai, però quando guardi le mani vedi che le nocche non sono livide o gonfie ma senti invece la tua felicità e l’emozione della gente. Lasci la lotta per abbracciare arte e emozione.

 

Un consiglio per chi volesse avvicinarsi a questo sport?

F. Quando ho iniziato avevo 10 anni e avevo l’argento vivo addosso. Se un ragazzo prova le stesse cose quando sente la musica gli consiglierei di andare e provare. Se hai difficoltà ad esternare il tuo io, la danza potrebbe essere il giusto mezzo per farlo emergere. Potrebbe diventare una sorta di medicina per il corpo e per lo spirito.

L. Io invece ho iniziato a 11 anni. Mi ha dato e mi dà una spinta a superare le difficoltà: dolori personali, pesantezze. Con la danza io ho riscattato il mio dolore, mi aiuta a combatterlo. Se ci fosse un ragazzo che ha vissuto o sta vivendo un percorso simile al mio gli direi vai in pista, ti sentirai bene.

Prossimi appuntamenti?

L. Luglio ai Campionati di Categoria.

F. Assolutamente, siamo proiettati lì.

 

15 Mag 2019

Rimini si infiamma con le “sfide” e le “battaglie” delle Urban Dance. Al RDS Stadium è tutto pronto per l’appuntamento con l’Europeo di Breakdance, Hip Hop e Electric Boogie, promosso dalla IDO (International Dance Organization) che per quattro giorni, dal 16 al 19 maggio, trasformerà la città romagnola in un vero tempio delle street dance internazionali.

Sul dancefloor riminese sono attesi oltre 2.000 atleti, proveniente da 26 Nazioni che si sfideranno in evoluzioni, battle e gare one to one nei cyper e nelle arene tipiche dell’arti di strada. A scendere in pista le categorie Children, Junior e Adult suddivise a loro volta in Solo Male, Solo Female, Duo, Group e Formation che vedranno gareggiare le unità competitive under11, 12/15 e 16/Oltre. 

Grande attenzione sarà riservata alle gare di breakdance degli atleti 12/15 in quanto i migliori potranno andare a formare la nuova nazionale under 18 che potrà partecipare alle selezioni per le Olimpiadi Giovanile che si terranno in Senegal nel 2022.

La Break sarà inoltre protagonista nella categoria 16/Oltre con i “Fantastici 4” della FIDS: Alessandra Cortesia (Bgirl Lexy), Alex Mammì (Bboy Lele), Eleonora Mereu (Bgirl Kobra) e Mattia Schinco (Bboy Bad Matty) che oltre a puntare alla vittoria nell’Europeo riminese comporranno la Nazionale Azzurra che a fine luglio parteciperà al Mondiale di breakdance in Cina.

«È davvero un grande onore poter ospitare in Italia le gare dell’Europeo di Break, Hip Hop ed Electric Boogie – ha dichiarato Michele Barbone, presidente della FIDS. Per noi questo appuntamento riveste una grande importanza sia per l’attenzione che le Urban Dance hanno a livello internazionale con il CIO che già si è espresso favorevolmente all’ingresso della Break nelle Olimpiadi di Parigi del 2024 sia per il nostro movimento sportivo che a livello internazionale guadagna sempre più attenzione e prestigio. Per la Federazione e per i nostri atleti - ha concluso – questo appuntamento è un riconoscimento alla grande credibilità e professionalità del nostro mondo che ogni anno riscuote successi e apprezzamenti sportivi». 

Le 26 Nazioni presenti

Bielorussia, Belgio, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Ungheria, Italia, Inghilterra, Lettonia, Lituania, Moldavia, Montenegro, Olanda, Macedonia, Norvegia, Polonia, Repubblica Ceca, Russia, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Svezia, Svizzera e Turchia. 

14 Mag 2019

La coppia Azzurra formata da Simone Boccialoni e Greta Fiore impegnata nel Campionato del Mondo WDSF, disciplina 10 Danze al loro esordio nella categoria Under 21 si sono fermati ai quarti di finale, piazzandosi al 25esimo posto. 

---------------

Continuano senza sosta le gare internazionali degli Azzurri della FIDS. Sabato 18 maggio sul dancefloor del Palasport di Yerevan in Armenia a scendere in pista saranno gli atleti Under 21 che gareggeranno al Campionato del Mondo WDSF discipline Dieci Danze.

A difendere i colori dell’Italia due giovanissimi:  Simone Boccialoni e Greta Fiore. Gli Azzurri, dopo aver ottenuto un buon piazzamento nel Campionato del Mondo disputato lo scorso anno in Spagna nella categoria Youth, puntano a migliorarsi e a crescere sportivamente nelle sfide agonistiche nella categoria Under 21. 

14 Mag 2019

Su iniziativa del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri On. Giancarlo Giorgetti è stata pubblicata online la guida curata dall'Agenzia delle Entrate per le ASD (Associazioni Sportive Dilettantistiche) e per le SSD (Società Sportive Dilettantistiche) che intendono aderire alla definizione agevolata delle controversie tributarie contenute nel Decreto Fiscale del 23 ottobre 2018.

La definizione agevolata delle controversie tributarie è stata introdotta dall’art.6 del Decreto Fiscale e prevede la possibilità per i contribuenti di chiudere le vertenze attraverso il pagamento di una somma correlata al valore della controversia modulando le somme dovute in rapporto allo stato e al grado in cui si trova la singola controversia.

L’Agenzia delle Entrate ha predisposto per la Presidenza del Consiglio dei Ministri una guida semplice alla definizione agevolata delle liti pendenti dinanzi alle commissioni tributarie che interessa le ASD e le SSD che al 31 dicembre 2017 risultavano iscritte al CONI.

Si rende noto inoltre che sulla pagina facebook ufficiale della Presidenza del Consiglio - www.facebook.com/sportgoverno - è possibile rimanere aggiornati sulle novità, sulle norme e sulle attività dedicate al mondo dello sport.

Guida – L’Agenzia Informa

Definizione agevolata delle controversie tributarie (art.6)

Definizione agevolata dei processi verbali di costatazione (art.7)

Newsletter Presidenza del Consiglio dei Ministri

13 Mag 2019

In Lettonia gli Azzurri della FIDS hanno brillato sul dancefloor del Palasport di Salaspils conquistando un argento e un bronzo. Le attese era altissime e le prove sportive dei nostri atleti li hanno ripagati dei sacrifici rendendo orgogliosa la Federazione e l’Italia della danza sportiva.

Dopo una finale combattuta punto su punto la prima medaglia internazionale nell’appuntamento lettone è arrivata grazie alla coppia formata da Vito Coppola e Oona Oinas che hanno vinto il bronzo nella Coppa Europa danze latine americane. Solo per una manciata di punti gli Azzurri non sono riusciti a scalare la classifica finale che ha visto trionfare la coppia estone formata da  Konstantin Gorodilov e Dominika Bergmannova seguiti dai russi Maxim Elfimov e Evgenia Churikova.

Grandissima attesa anche per le prove sportive degli Azzurri Francesco Galuppo e Debora Pacini che nel Campionato Europeo disciplina Standard hanno conquistato un argento fatto di classe, eleganza, grinta e agonismo. Rispetto al Campionato Europeo Standard del 2018 gli Azzurri hanno migliorato la loro classifica finale: nel 2018 fu bronzo, oggi festeggiano un argento. Anche per Francesco e Debora solo qualche decimo di punto non gli ha permesso loro di raggiungere il gradino più alto del podio vinto dalla coppia lituana formata da Evaldas Sodeika e Ieva Zukauskaite.

Si sono fermarti ai quarti di finale (28esimo posto) gli azzurri Roberto Carano in coppia con Francesca Francini al loro debutto al Campionato Europeo Standard. 

«Sono davvero orgoglioso dei nostri ragazzi - ha  dichiarato il presidente della FIDS,  Michele Barbone - e sono stati bravissimi. Lo sport ad alto livello - ha concluso il presidente - prevede preparazione atletica, perseveranza, forza, concentrazione massima, grinta e tanto agonismo. Tutte queste qualità sono presenti nei nostri ragazzi che dimostrano in campo internazionale di essere atleti di primissimo piano di cui essere fieri. Sono sicuro che nel prossimo futuro avremo grandi soddisfazioni dai nostri ragazzi».  

10 Mag 2019

Grandi successi e ottimi piazzamenti per gli atleti della FIDS alla Coppa del Mondo Para Dance che si è disputata dal 19 al 21 Aprile a Cuijk in Olanda nell’IPC Wheelchair e Freestyle e nella Coppa del Mondo Wheelchair e Freestyle.

Le prime medaglie sono arrivate nella Coppa del Mondo disciplina Standard Combinata cl. 2 con gli atleti Laura Del Sere e Giulio Matassa che hanno vinto l’oro. La stessa coppia di atleti si è fermata a pochi punti dal gradino più alto del podio nell’IPC Wheelchair Standard cl.2 conquistando l’argento.

Nella Coppa del Mondo Combinata Cl.1 Freestyle un secondo e un terzo posto sono stati conquistati dagli atleti Chiara Bruzzese e Davide Romeo (argento) e da Enrico Gazzola e Davide Romeo (Bronzo). Ottimi piazzamenti per gli atleti che hanno gareggiato nell’IPC Freestyle dove la coppia Chiara Bruzzese e Enrico Gazzola ha vinto un bronzo nel Duo cl. 1.

Un quarto ed un quinto posto invece sono stati raggiunti dagli atleti Enrico Gazzola nel singolo maschile cl.2 e dalla coppia Bruzzese e Romeo nella Combinata cl.1. Due settimi posti nel singolo femminile cl1 per Chiara Bruzzese così come nella Combinata cl. 2 per la coppia Tarek Ibrahim Fouad Ibrahim e Sara Greotti.

«Complimenti a tutti i nostri atleti per i successi ottenuti in campo internazionale  - ha dichiarato il presidente della FIDS, Michele Barbone - le performance sportive sono state di altissimo livello e i risultati sono la testimonianza plastica e concreta di come il nostro movimento sportivo annoveri in ogni disciplina sportiva campioni di assoluto valore ai quali va il mio ringraziamento e quella della Federazione».

10 Mag 2019

Si sono conclusi con l’assegnazione di sei ori i Campionati Nazionali Studenteschi 2019 organizzati dalla Federazione Italiana Danza Sportiva nelle categorie individuale maschile e femminile, individuale paralimpico e danze a squadre nelle discipline Hip Hop e danze coreografiche.

Il primo oro, nella disciplina Hip Hop è arrivato grazie alle performance sportive di Pavel Donato Rossi (IIS Natta Deambrosis) per la Regione Liguria il secondo invece è stato raggiunto da Eleonora Mereu (Liceo Motzo) per la Regione Sardegna mentre il terzo l’ha vinto l’atleta Valentina Bruni (Liceo Artistico Arcangeli) per il settore paralimpico, in rappresentanza della Emilia Romagna. Tre medaglie al collo delle atlete della danza a squadre (Piccolo Gruppo) del Liceo Scientifico Paciotti che nella disciplina danze coreografiche hanno brillato nelle loro prove vincendo l’oro per la Regione Liguria.

«Sono molto contento per i risultati ottenuti e per la grande partecipazione di atleti – ha dichiarato il presidente della FIDS, Michele Barbone. Per la Federazione il coinvolgimento dei nostri atleti più giovani e delle loro scuole di appartenenza è un’occasione importante per promuovere attivamente lo sport giovanile. Ringrazio il Miur, il ministro e i dirigenti competenti per la grande opportunità che hanno riservato alla danza sportiva».    

06 Mag 2019

Dopo le gare di Coppa Italia nelle discipline Standard e danze Latino americane che si sono svolte a Foligno, si rinnova l’appuntamento sportivo con le “sfide” della Coppa Italia nelle discipline Liscio, Ballo da Sala e Liscio Tradizionale che si svolgeranno domenica 26 maggio al Palazzetto dello Sport Palaborsani di Castellanza in provincia di Varese. Gli atleti che gareggiano nelle discipline sopra citate acquisiranno punti validi per la costruzione della ranking nazionale. Gli atleti che volessero partecipare alla Coppa Italia di Castellanza  si potranno iscrivere online al sito www.dancesportservice.eu/lombardia/coppanazionali/ entro il 17 maggio.

La Coppa Italia è il primo appuntamento a punti che definirà i passaggi di classe (obbligatori e/o facoltativi), l’assegnazione delle stellette per l’esenzione di uno o più turni di gara ai Campionati Italiani di Categoria che si svolgeranno a Rimini nel mese di luglio e identificherà il Campione di Circuito di Ranking.

Locandina Evento

06 Mag 2019

Sono aperte le iscrizioni per gli atleti della FIDS che vorranno partecipare ai Campionati Italiani di danza sportiva che si terranno alla Fiera di Rimini dal 4 al 14 luglio 2019.

Clicca sul link al quale accedere per formalizzare l’iscrizione e per conoscere nel dettaglio il programma di gara e la calendarizzazione degli eventi in programma.

Scadenza iscrizioni: 10 giugno 2019.

 

Attenzione - DANZE STANDARD E LATINO AMERICANE
Al Campionato di categoria riservato alle classi AS non potranno partecipare:
- 14/15: gli atleti finalisti di danze standard e latino americane al Campionato Italiano Assoluto 2019;
- 16/18: gli atleti finalisti danze standard e latino americane al Campionato Italiano Assoluto 2019;
- 19/34: gli atleti finalisti danze standard e latino americane al Campionato Italiano Assoluto 2019;
- 35/44: gli atleti classificati nelle prime tre posizioni di danze standard e latino americane al Campionato Italiano Senior 2019;
- 45/54: gli atleti finalisti per le danze standard e gli atleti classificati nelle prime tre posizioni di danze latino americane al Campionato Italiano Senior 2019;
- 55/64: gli atleti finalisti danze standard al Campionato Italiano Senior 2019;
- 55/oltre: gli atleti classificati nelle prime tre posizioni di danze latino americane al Campionato Italiano Senior 2019;
- 65/69, 70/74, 75/oltre: gli atleti finalisti danze standard (65/oltre) al Campionato Italiano Senior 2019.

Attenzione - COMBINATA 10 DANZE
Al Campionato di categoria riservato alle classi AS non potranno partecipare:
- 14/15: gli atleti classificati nelle prime tre posizioni al Campionato Italiano Assoluto 2019;
- 16/18: gli atleti classificati nelle prime tre posizioni al Campionato Italiano Assoluto 2019;
- 19/34: gli atleti classificati nelle prime tre posizioni al Campionato Italiano Assoluto 2019;
- 35/44: gli atleti vincitori del Campionato Italiano Senior 2019;
- 45/54: gli atleti vincitori del Campionato Italiano Senior 2019;
- 55/oltre: gli atleti vincitori del Campionato Italiano Senior 2019.

02 Mag 2019

Sono oltre 1700 le coppie di atleti partecipanti, oltre 1900 le unità competitive nelle 10 danze fra Standard e danze Latino-americane che scenderanno in pista. Per la prima volta tutte le classi promozionali e agonistiche faranno il loro esordio in una competizione unica.

Sono questi i primi i numeri ufficiali sulla Coppa Italia Standard e Latin 2019 che si disputerà al Palasport G. Paternesi di Foligno da oggi, venerdì 3 a domenica 5 maggio.

I dati dimostrano quanto sia in salute il movimento della danza sportiva in Italia e quanto questo sport sia diffuso, partecipato e sentito. Secondo i dati ISTAT - Rapporto Istat – Pratica sportiva Italia pubblicato nel 2017 si stima che oltre 20 milioni persone dai 3 anni in su praticano sport e che la Danza e il Ballo sono praticati dall’8,1% delle persone per una media di oltre 1 milione e 600mila che la praticano come attività principale. 

Anche quest’anno, grazie al patrocinio del Comune di Foligno, si rinnova la partnership sportiva fra la FIDS e il Palasport G. Paternesi che ospiterà fra le sue strutture le gare che permetteranno agli atleti in gara di acquisire punti validi per la ranking nazionale.

La Coppa Italia, infatti, è il primo appuntamento a punti diretti che definirà i passaggi di classe (obbligatori e/o facoltativi), l’assegnazione delle stellette per l’esenzione di uno o più turni di gara ai Campionati Italiani di Categoria che si svolgeranno a Rimini nel mese di luglio e identificherà il Campione di circuito di ranking.

«Sono molto contento del gran numero di atleti che parteciperanno alla Coppa Italia 2019 – ha dichiarato il presidente della FIDS, Michele Barbone -  giacché per la Federazione, si tratta di un appuntamento sportivo molto importante e il numero di iscritti testimonia quanto sia attesa e ambita questa manifestazione. A nome mio e della Federazione - ha concluso -  desidero ringraziare il Comune di Foligno, il Sindaco e la Giunta per aver sostenuto con passione il nostro progetto sportivo e per averci supportato nella sua realizzazione».     

Pagina 1 di 15