Mercoledì, 17 Ottobre 2018 08:40

FIDS e SCF ancora più uniti per il bene della danza sportiva

Si rinnova e si rafforza ulteriormente la convenzione fra la FIDS e la SCF (Società Consorzio Fonografici).  La nuova “partnership” è finalizzata al sostegno della promozione e della diffusione della musica nel rispetto dei diritti dei discografici e degli artisti all’interno delle scuole di danza sportiva aderenti alla Federazione.

L’accordo fra FIDS e SCF prevede per tutte le scuole di danza che aderiranno alla convenzione uno sconto del 15% per l’utilizzo dei brani musicali.

Perché è importante e necessario aderire alla convenzione? Perché i diritti connessi ai produttori discografici e agli artisti interpreti ed esecutori sono riconosciuti dalla Legge sul diritto d’Autore (l. 633/1941). Tali diritti sono distinti dal diritto d’autore che sono disciplinati dalla SIAE.

Ai sensi degli artt. 73 e 73bis della Legge sul diritto d’Autore, infatti, i produttori di fonogrammi e gli artisti interpreti ed esecutori hanno diritto ad un compenso ogni volta che vi sia una diffusione, anche senza scopo di lucro, dei brani del proprio repertorio.

Il mancato pagamento dei compensi dovuti ai produttori fonografici ai sensi della normativa vigente può essere sanzionato tanto in sede civile che in sede penale. Ad oggi oltre il 60% delle scuole di danza aderenti alla FIDS hanno stipulato la convenzione.

Dunque, per non incorrere in sanzioni e per svolgere la propria attività lavorativa e sportiva nel pieno rispetto delle regole, la FIDS inviata tutti le scuole di danza che ancora non l’abbiano fatto, a convenzionarsi con la SCF. Farlo è molto semplice. Basterà compilare il modulo in oggetto e inviarlo successivamente via mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Letto 687 volte Ultima modifica il Giovedì, 18 Ottobre 2018 07:51